menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

La tombolata dei dipendenti del centro Tim, un trionfo di solidarietà: “Emozionati ed orgogliosi” e la sorpresa del presidente Bandecchi

Raccolta una cospicua somma di denaro, utilizzata nell’acquisto di circa 600 chilogrammi di diversificati generi alimentari

Riceviamo e pubblichiamo la testimonianza di Thomas Battistelli

"Un anno particolare in cui la paura e l’insicurezza prendono il sopravvento e niente è più come prima. La pandemia ti costringe a lavorare in smart working, senza poter più incontrare i colleghi, senza poter fare due chiacchiere davanti alla macchinetta del caffè. Niente più riunioni in presenza, niente cena aziendale, niente più abbracci per scambiarsi gli auguri di Natale.

Da questa pandemia tiranna nasce l’idea da parte di un gruppo di dipendenti (ma anche amici) della sede TIM di Terni, di organizzare una tombolata online con lo scopo, oltre che di vedersi e scambiarsi gli auguri in video, di volgere il pensiero ai meno fortunati, coloro che hanno subito maggiori ripercussioni economiche a causa di questo maledetto nemico invisibile.

Ci siamo rimboccati le maniche e la macchina organizzativa si è messa in moto. La data fissata è quella del 22 dicembre alle ore 21.30. Si sa però, la tombola necessita di premi, e qui si è vista la vera voglia di aiutare del popolo ternano. Diversi i commercianti che hanno messo in palio i loro servizi e prodotti: parrucchieri, ristoratori, centri benessere, fornai e piccoli artigiani. In tanti si sono resi disponibili a rendere questa “speciale” tombola il più ricca possibile. Tra i tanti benefattori, un’inaspettata sorpresa, rimasta segreta fino all’ultimo: i gadget messi a disposizione da Stefano Bandecchi. Il Patron rossoverde, venuto a conoscenza dell’evento, non ci ha pensato due volte a dare il suo contributo.

Una piacevole serata, nata quasi per scherzo, al termine della quale è stata raccolta una cospicua somma di denaro, utilizzata nell’acquisto di circa 600 chilogrammi di diversificati generi alimentari. La merce è stata poi consegnata al centro di raccolta dell’oratorio San Giovanni Bosco, in aiuto delle famiglie bisognose. Dipendenti ed organizzatori emozionati ed orgogliosi del risultato raggiunto, ma soprattutto coscienti del fatto che chi può deve aiutare, ognuno nel suo piccolo, ognuno con le proprie possibilità ma sempre attraverso un meraviglioso lavoro di squadra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento