rotate-mobile
Attualità Calvi dell'Umbria

Calvi dell’Umbria, Don Pietro Blaj: “Arrivo con grande entusiasmo. Al centro del mio ministero bambini, giovani ed anziani”

Il primo novembre alle 11 farà il suo ingresso a Calvi dove ad attenderlo troverà una comunità che aspettava da anni la nomina di un parroco "titolare"

"Vengo a Calvi con grande entusiasmo e ringrazio il Vescovo per avermi affidato la parrocchia di Santa Maria Assunta e San Valentino". Don Pietro Blaj mostra tutta la sua gioia per il nuovo incarico affidatogli da monsignor Soddu. Il primo novembre alle 11 farà il suo ingresso a Calvi dove ad attenderlo troverà una comunità che aspettava da anni la nomina di un parroco "titolare".

Don Pietro, che ha 62 anni ed è laureato in teologia, ha alle sue spalle una "carriera" sacerdotale ricca di esperienze. In passato, ai tempi del vescovo Franco Gualdrini, è stato per 9 anni responsabile della sala stampa diocesana. Nello stesso periodo ha collaborato per lungo tempo con l'emittente Tele Umbria Viva, quella fondata dal compianto don Pierino Gelmini. All'interno della tv don Pietro svolgeva programmi religiosi. E' stato parroco di numerose chiese: Immacolata Concezione al Villaggio Polymer di Terni, presso la chiesa di San Michele e San Nicola di Stroncone, quindi a Santa Maria Maggiore di Collescipoli e successivamente presso le chiese di Montoro, Nera Montoro e Stufone dove ha esercitato fino ai giorni nostri. In molte di queste località ha anche seguito in prima persona la scuola dell'infanzia e l'oratorio.

Per questo suo nuovo ministero nella terra di Calvi don Pietro si dice entusiasta dell'incarico ricevuto. "Conosco già abbastanza questo territorio - afferma - dove ho avuto modo di venire in qualche circostanza. Lo scorso 12 maggio, in occasione della festa del patrono ero lì con gli altri sacerdoti e ad un certo punto, coinvolto dalla fede e dalla passione dei calvesi, ho gridato anch'io 'Viva San Pancrazio!'. So che Calvi è una cittadina piena di tradizioni, molte delle quali legate alla Chiesa e questo mi rende ancora di più felice. Spero di essere all'altezza dell'incarico che mi è stato affidato e di instaurare sin da subito un rapporto sereno con la popolazione”.

“Al centro del mio ministero ho sempre messo i bambini, i giovani e gli anziani e questo continuerò a fare anche a Calvi. Sono un prete moderno che si tiene costantemente aggiornato attraverso i media ed i social. In cuor mio sento che con i nuovi parrocchiani faremo grandi e belle cose. Lì saluto sin da ora attraverso e dò loro appuntamento a domenica 1 novembre alle 11 in occasione del mio ingresso in parrocchia".     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calvi dell’Umbria, Don Pietro Blaj: “Arrivo con grande entusiasmo. Al centro del mio ministero bambini, giovani ed anziani”

TerniToday è in caricamento