Attualità

Due nuove attività aperte in pochi giorni, il racconto: “La pandemia è stata occasione per riflettere ed allargare gli orizzonti”

Susanna Matteucci insieme a suo marito hanno deciso di inaugurare, nelle scorse settimane, un centro rent e-bike ed un bed and breakfast nella zona di Arrone

Una duplice attività a conduzione familiare, localizzate nella zona di Arrone. Nelle scorse settimane Susanna Matteucci, insieme a suo marito, hanno inaugurato un bed and breakfast ed un centro dedicato al noleggio  e-bike nel giro di pochi giorni, denominati rispettivamente ‘La Magnolia’ e ‘Valnerina e-bike’. Necessario un piccolo preambolo per chi, probabilmente in pochi, non conosce la Greenway del Nera. Ben sedici distinti percorsi, quasi tutti concentrati lungo la Valnerina, dalla lunghezza complessiva di oltre 180 chilometri ed immersi completamente nella natura. Uno scenario suggestivo che consente di apprezzare le meraviglie del territorio e godersi di qualche momento di relax. Sono contrassegnati da livelli di difficoltà (da verde a rosso o meglio da facile ad impegnativo) per consentire ai fruitori di potersi orientare.

Una passione che nasce da lontano, racconta alla nostra redazione di www.ternitoday.it Susanna Matteucci: “L’idea di dar vita ad un centro noleggio e-bike è di mio marito il quale, da lungo tempo, è appassionato di bici da corsa” esordisce Susanna. “Era un suo sogno aprirlo. Essendo biciclette elettriche danno modo ad un vasto pubblico di affrontare questa esperienza. Mettiamo a disposizione delle Trek con caratteristiche di sicurezza e prestazionali, le quali possono adattarsi a qualsiasi tracciato. La Valnerina è attraversata dalla Greenway del Nera, uno spettacolo tutto da godere”. Come si sviluppa il progetto: “Abbiamo costituito una ASD ossia una Associazione Sportiva Dilettantistica dove è necessario fare la tessera, dalla durata di un anno. L’intento è quello di creare degli eventi, come ad esempio passeggiate notturne, andando a sfruttare anche il periodo invernale”. Una valida alternativa: “Oltre al rafting, all’arrampicata che sono caratteristiche del territorio”. Le due attività sono ben distinte, tiene a sottolineare Susanna, anche perché: “Per le e-bike siamo riusciti a coinvolgere dai giovanissimi alle persone adulte, senza distinzioni di età. Inoltre ci siamo abbastanza agganciati ad altre attività ricettive. Ne propongo diverse ai clienti, anche per cercare di contribuire nel far lavorare un po' tutti”.

Le motivazioni preponderanti: “Nonostante l’emergenza sanitaria avevamo fiducia e consapevolezza nel cimentarci in progetti che ci rappresentano fortemente, in linea con i nostri valori. Anche i clienti lo percepiscono. È importante offrire servizi di qualità per permettere di vivere esperienze che possono arricchire ogni singolo individuo. Il periodo pandemico ha rappresentato un’occasione per riflettere – osserva Susanna – riscoprendo tanti piccoli particolari nascosti e allargando gli orizzonti”. Il bed and breakfast si allinea su questo modo di pensare ed agire: “Da una cantina inutilizzata siamo andati a rivisitare il tutto, in funzione della tipicità di tale struttura”. Perché lo avete denominato Magnolia?: “Davanti c’è un grande giardino con questa splendida pianta”. Il messaggio dell’imprenditrice: “Crearsi un’alternativa, soprattutto in questa fase così delicata, sicuramente può aiutare. Sentirsi artefici del proprio destino e mettere a frutto la propria creatività sono elementi preponderanti. Dalle criticità legate all’emergenza sanitaria possono nascere delle opportunità.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nuove attività aperte in pochi giorni, il racconto: “La pandemia è stata occasione per riflettere ed allargare gli orizzonti”

TerniToday è in caricamento