rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Eventi a Terni, il Cantamaggio si rinnova: “Un programma per tutti sperando in un riscontro da parte della città”

Il presidente dell’ente Cantamaggio Maurizio Castellani: “Uscire dai confini umbri per avere una risonanza a carattere nazionale”

La centoventisettesima edizione del Cantamaggio è stata presentata stamattina, lunedì 24 aprile, nella location della sala consiliare. All’iniziativa hanno presenziato il presidente dell’Ente Cantamaggio Maurizio Castellani, il sindaco Leonardo Latini, gli assessori Stefano Fatale e Maurizio Cecconelli, il primo cittadino di Arrone Fabio Di Gioia ed una delegazione proveniente da Montecastrilli. Ad anticipare le parole dei protagonisti una bella performance musicale di Matteo Ciavattini che ha allietato i presenti con ‘Giranno pe’ Terni’.

Sei i carri protagonisti della 127° edizione che sfileranno per il centro cittadino, a partire dalle 21 di domenica 30 aprile. Il percorso è confermato pertanto dal punto di ritrovo arriveranno in piazza Tacito per poi proseguire fino a piazza Europa. I colossi in concorso sono curati da ‘Gli innamorati del Cantamaggio’ di Casali e Cesi, la compagnia teatrale le Maceole di Montecastrilli, il gruppo maggiaiolo Polymer-Pallotta-Sabbione, il gruppo maggiaiolo San Giovanni, il gruppo giovani maggiaioli arronesi ed il gruppo Riacciu. Fuori concorso l’ormai celebre carro con servizio culinario, sempre a cura de Riacciu.

Il sindaco Leonardo Latini ha dichiarato, nel corso della conferenza stampa: “La tradizione maggiaiola evoca 127 anni di storia della nostra città. Una festa straordinaria di rinascita, dalla forte identità. Il territorio non ha mai dimenticato i suoi caratteri identificativi ed il percorso da seguire è quello corretto. Neppure la pandemia ha fermato il Cantamaggio, festa che si è evoluta con il passare del tempo”. A seguire il presidente Maurizio Castellani: “Sono stati tre anni difficili quelli che ci mettiamo alle spalle. Ora dobbiamo riuscire a far uscire la manifestazione dai confini nazionali e arrivare ad una visibilità nazionale. Le condizioni ci sono tutte per riuscirvi. Il nostro auspicio è di poter avere a disposizione l’ex bocciofila Prampolini per creare un cantiere per la costruzione dei carri. Il programma concordato è davvero aperto a tutti ed ora speriamo in una risposta della città”.

L’assessore Stefano Fatale ha ricordato: “Come ha confermato la collega con delega al turismo gli alberghi saranno pieni per tutta la settimana. In questi anni abbiamo lavorato per tentare di trovare una sede del Cantamaggio. Ci auguriamo di consegnarla prima della fine di questa legislatura”. Il collega Maurizio Cecconelli: “Un evento culturale importante che racconta parte della nostra storia”. Infine il sindaco Fabio Di Gioia: “La tradizione popolare del Cantamaggio non guarda solo alla città di Terni ma anche altri territori. Ringrazio i nostri maggiaioli i quali, fin dal giorno successivo della sfilata, lavorano a quella dell’anno seguente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi a Terni, il Cantamaggio si rinnova: “Un programma per tutti sperando in un riscontro da parte della città”

TerniToday è in caricamento