Effetti del Coronavirus, sesso a pagamento online: a Terni calano ricerche ed annunci di escort

La ricerca è stata effettuata da Escort Advisor portale specializzato nel settore prendendo il lasso di tempo intercorso tra il 17 febbraio e 13 marzo

foto di repertorio

Un crollo inevitabile a seguito dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Il portale specializzato Escort Advisor ha analizzato il numero di ricerche effettuate su google e la quantità di annunci delle escort suddivisi per regioni e province. La ricerca, come è specificato, prende in esame il periodo di tempo intercorso tra il 17 febbraio ed il 13 di marzo.

I numeri della crisi

Analizzando le ricerche su Google – è sottolineato - emerge che, a partire dal 17 febbraio il volume per le parole chiave a tema “escort” (affiancata ad una città come per es. “escort Milano”, “escort Torino”, escort Roma”) si è ridotto del -9,20%, con un trend in forte diminuzione mano a mano che le misure di contenimento dell’emergenza si sono rafforzate. Anche le ricerche su google di singoli numeri telefonici delle escort sono calate del -13,89%. Queste digitazioni sono frutto del fatto che gli utenti più attenti sanno che spesso gli annunci contengono informazioni false e fuorvianti e quindi cercano informazioni nel web per confermarne il contenuto.

Anche il numero di annunci è calano notevolmente a livello macro. A partire dall’8 marzo - ovvero nel momento in cui è stata emanata la prima versione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - si è registrato un drastico calo pari al -32%. Una media di 8.500 annunci al giorno, fino ad arrivare un minimo di 6.500 registrato il 13 marzo scorso, il più basso toccato dal settore negli ultimi anni.

A livello decentrato la Sardegna ha subito la regressione più evidente con una diminuzione del 56% delle inserzioni di escort. L’Umbria è una delle regioni dove si evidenzia meno questo arretramento in virtù del -31% evidenziato. Dopo la Sardegna infatti ci sono Lombardia (51) Abruzzo (45), Marche e Trentino (44), Veneto e Toscana (42), Puglia e Campania (40), Lazio (37), Piemonte (34), Liguria (33) fino ad arrivare alla Calabria appaiata al cuore verde d’Italia. A Terni la contradizione è leggermente più ridotta (-30% ndr) ma naturalmente significativa. Si riducono del 24,05% le ricerche su google per escort di città, trend che viene confermato in tutti e due i capoluoghi della regione Umbria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento