Elezioni a Terni, si torna a votare: la possibile data e gli scenari

A seguito delle consultazioni elettorali del 27 ottobre ci sarà da sostituire il seggio attribuito a Donatella Tesei dopo le politiche del 4 marzo 2018

comune di Terni

Sessanta comuni della regione interessati alle nuove consultazioni elettorali. Tra questi ci sono tutti quelli collocati nella provincia di Terni, capoluogo compreso. Il motivo risiede nella sostituzione del seggio in Senato, appartenente a Donatella Tesei, nuova presidente della regione. Come è noto l’incarico è incompatibile con quello di parlamentare ed in questa particolare fattispecie sono due le strade percorribili. Nel primo caso si procede con il subentro del primo non eletto in lista (proporzionale) oppure è necessario ripetere le elezioni (maggioritario). Essendo stata eletta nel collegio uninominale Umbria 2, lo scorso 4 marzo 2018, si dovrà intraprendere il secondo sentiero.

Data e scenari

Al momento non è possibile conoscere con certezza la data della nuova consultazione. L’ipotesi più logica potrebbe prevedere la concomitanza con la tornata regionale in Emilia Romagna, il prossimo 26 gennaio 2020. Gli scenari sono molteplici. In primo luogo il Partito Democratico ed il Movimento cinque stelle, a meno di sorprese last minute, si presenteranno con candidati separati. I Dem che attendono la stagione congressuale dovranno, con tutta probabilità, procrastinare tali appuntamenti. Un altro scenario da monitorare riguarda un inevitabile quanto prossimo rimpasto di Giunta. L’assessore Valeria Alessandrini saluterà l’esecutivo per sbarcare a palazzo Donini mentre Enrico Melasecche attende una possibile chiamata, in caso di incastri tutti interni alla Lega. Agli sviluppi di Palazzo Spada guarda con interesse Fratelli d’Italia uscito rafforzato in termini di consenso elettorale dalle urne del 27 ottobre. Da ciò che accadrà a breve molto dipenderà il nome sul quale il centrodestra punterà per sostituire la Tesei al Senato. Circola con insistenza la candidatura di Paola Agabiti Urbani eletta nella lista del presidente dove ha totalizzato 3110 preferenze. Indiscrezioni al momento non confermate, in attesa dei primi movimenti annunciati in seno alla nuova Giunta regionale. Di sicuro non mancherà la presenza di Matteo Salvini, leader del Carroccio, che ha già dragato l’Umbria in lungo e largo nei 51 giorni di campagna elettorale pregressi. La vicinanza dall’Emilia Romagna favorirà un suo supporto a chi verrà proposto agli elettori del collegio senatoriale interessato.

Tutti i comuni della provincia di Terni interessati

Acquasparta, Allerona, Alviano, Amelia, Arrone, Attigliano, Avigliano Umbro, Baschi, Calvi dell’Umbria, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ferentillo, Ficulle, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montecchio, Montefranco, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Narni, Orvieto, Otricoli, Parrano, Penna in Teverina, Polino, Porano, San Gemini, San Venanzo, Stroncone, Terni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento