rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Terni, Elisa Vardaro saluta l’attività professionistica: “Trasferire il bagaglio acquisito ai ragazzi del Circolo della scherma”

La fiorettista ha annunciato di voler interrompere il percorso da schermitrice professionista: “Una disciplina che aiuta nella risoluzione dei problemi quotidiani come ad esempio l’ottimizzazione del tempo”

Una ‘nuova’ vita per Elisa Vardaro. La fiorettista infatti ha annunciato di volere interrompere l’attività professionistica per dedicarsi all’insegnamento dell’arma, ossia il fioretto. Una vita dedicata allo sport, caratterizzata da sacrifici e rinunce ma anche tante soddisfazioni come un secondo posto in Coppa del mondo e le molteplici convocazioni nella nazionale azzurra. Nelle scorse settimane però il post condiviso su facebook: “Tuttavia avevo confidato tale volontà in precedenza – sottolinea Elisa – alle persone a me più vicine”.

Occorre fare qualche passo indietro e risalire al post di metà giugno: “Ho deciso di interrompere questo percorso anche se – precisa – potrei anche tornare in pedana, con i colori del Circolo Scherma Terni. I motivi sono principalmente legati all’età, un aspetto sul quale ogni atleta deve confrontarsi. Lo sport richiede uno sforzo fisico piuttosto rilevante. Erano due anni che ci pensavo. Quando dall’Aeronautica Militare mi hanno chiamato, ad inizio stagione, ero ormai pronta a fare questo passo. In questi mesi ho alternato la vita d’atleta a quella di insegnante, consapevole di terminare la carriera a fine dell’annata agonistica. Dal prossimo anno dunque dedicherò tutta me stessa all’insegnamento. Al Circolo della scherma possiamo contare su un team davvero competitivo, composto da Alessandro Picchi e Filippo Romagnoli che è stato anche il mio maestro”.

Le sliding doors post Olimpiadi di Tokyo: “E’ cambiato il commissario tecnico ed il nuovo selezionatore ha deciso di ringiovanire la squadra azzurra. Mi sono ritrovata a non far più parte della nazionale, dove si era creato un ottimo feeling con le compagne. Da tutte le gare di Coppa del Mondo sono rimaste le tre prove nazionali sulle quali potersi cimentare. Le motivazioni sono venute meno e così la mia ultima apparizione in pedana risale ai campionati italiani. Dal trauma iniziale poi ho maturato consapevolezza e serenità”.

Lo sport come valore: “La vita di atleta è costellata da rinunce. Tuttavia consiglio di praticare sport ad ogni bambino. Soprattutto la scherma, disciplina tosta dove sei solo contro il tuo avversario. Ti insegna a reagire velocemente, superare gli ostacoli e ragionare in poco tempo. Una peculiarità che ho riscontrato nella quotidianità”.

Il percorso di insegnamento: “Ho iniziato il corso di istruttore nazionale poiché, sono stata esentata dal primo step in virtù dei titoli conseguiti. A breve toccherà l’esame. Ai ragazzi viene dedicata una parte tecnica che si divide in lezione con il maestro e assalti. Dall’altra parte la preparazione atletica con un preparatore che li segue lavorando su sulle doti fisiche, reattività, potenza esclusiva, cambi di direzione, elasticità. La preparazione è naturalmente suddivisa per fasce di età”.

Le ambizioni di Elisa: “Voglio trasferire ai ragazzi tutto ciò che ho imparato ed assimilato in questi anni. Non volevo perdere un bagaglio acquisito nel tempo. Si apre dunque un nuovo capitolo della mia vita e della mia vita sportiva. Non è un addio alla scherma poiché li seguirò nei palazzetti. Una disciplina a cui ho dato tanto ma anche ricevuto altrettanto in ottica di ottimizzazione dei tempi, dunque utile anche nell’organizzazione dello studio”.

La stoccata più emozionante della carriera: “Probabilmente nel momento in cui l’ho messa a segno ed ottenuto la medaglia d’oro a Foligno, città dove sono nata davanti ad amici e familiari”. Infine un doveroso appuntamento da ricordare: “Ad inizio ottobre si svolgeranno i mondiali paralimpici di scherma a Terni, grazie all’impegno del Circolo del presidente Alberto Tiberi. Giornate davvero importanti con la città che potrà godere di una vetrina internazionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Elisa Vardaro saluta l’attività professionistica: “Trasferire il bagaglio acquisito ai ragazzi del Circolo della scherma”

TerniToday è in caricamento