Esplosione in via Arroni: “Paura, sgomento e rabbia non devono essere lasciate all'oblio per il quartiere”

Il Comitato di Santa Maria Maddalena: “La sicurezza va costruita non solo sul controllo quotidiano, che non c'è mai stato se non da parte delle forze dell'ordine”

foto tratta da facebook

Tre feriti, diversi sfollati e tanta paura per un’esplosione che poteva causare conseguenze ben più gravi. Il Comitato di Santa Maria Maddalena interviene per ricordare quanto accaduto in quel pomeriggio del 28 dicembre 2019 - in via degli Arroni - ed auspicare un futuro meno nebuloso per il quartiere

“Esprimiamo piena solidarietà a favore di tutti coloro che, a seguito della terribile esplosione avvenuta in una palazzina del nostro quartiere, si sono trovati costretti ad abbandonare la propria abitazione.
Auspichiamo che al grido d'aiuto di queste persone possa esserci una pronta risposta da parte dell'amministrazione, garantendo ove necessario il prolungamento dell'ospitalità alberghiera, ma anche mettendo in atto tutte le azioni possibili a sostegno dell'individuazione di una nuova sistemazione stabile a favore delle stesse.

Al contempo attendiamo che le indagini facciano il loro corso, affinché si possa far luce sulle cause del disastro e sulle responsabilità dirette e indirette: un incidente che ha provocato tre feriti, a cui va la nostra vicinanza, ma che ben peggiori conseguenze avrebbe potuto assumere.
La paura, lo sgomento e la rabbia non devono però essere lasciate all'oblio in cui in tutti questi anni è stato relegato il nostro quartiere. La sicurezza va costruita non solo sul controllo quotidiano, che non c'è mai stato se non da parte delle forze dell'ordine, ma anche sul rispetto di quei vincoli amministrativi che in primis dovrebbero prevenire il sorgere di potenziali pericoli per l'incolumità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una lottizzazione ancora incompiuta e che continua a trascinarsi problemi irrisolti, a scapito delle numerose famiglie di residenti, su cui si è speculato in tutti questi anni. Torneremo presto a far sentire la nostra voce”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento