rotate-mobile
Attualità

Terni, gli espositori di Forte dei Marmi: una valida opportunità per contribuire a cambiare la mentalità LA RIFLESSIONE

Il prossimo 7 aprile farà il suo debutto nel capoluogo ‘Il mercato di qualità più famoso d’Italia’

Una novità assoluta che ha alimentato un profondo dibattito. Gli espositori di Forte dei Marmi faranno il loro debutto a Terni, il prossimo 7 aprile. Una manifestazione fieristica piuttosto nota, in tutta la penisola la quale prevede molteplici appuntamenti lungo lo stivale e si contraddistingue per la qualità dei prodotti venduti.

A lavorare all’evento l’assessore al commercio Stefania Renzi che ha dichiarato, a tal proposito: “Ravvivare la città è uno degli obiettivi della nostra amministrazione. Creiamo eventi positivi anche per generare movimento, soprattutto per le attività commerciali del centro. Inoltre gli espositori sono totalmente autonomi e non avranno bisogno di appoggiarsi al comune”. Partiamo da un presupposto: gli operatori resteranno in città una sola giornata, pertanto non toglieranno spazio e visibilità agli ambulanti che lavorano nel capoluogo. Il secondo punto è importante quanto il primo: le novità generano curiosità. In quella domenica primaverile l’afflusso di persone potrebbe generare ed incentivare il commercio, anche per le altre attività del centro.

Riflessione numero tre: è stato giustamente ricordato che l’amministrazione ha optato per spostare le fiere del Cassero e di Santa Lucia, ai giardini della Passeggiata. Una scelta che ha penalizzato i venditori, riducendo la fiera ad un ‘semplice’ mercato di metà settimana. L'opzione di ‘tornare’ in Corso del Popolo è altrettanto saggia. L’evento si svolgerà di domenica e non influirà affatto sulla quotidianità lavorativa. Sarebbe dunque altrettanto saggio riportare le ultime due fiere dell’anno, in quello stesso luogo, anche perché coincidono sempre con la giornata festiva.

Come anticipato all’inizio le novità generano sempre dibattito, è assolutamente comprensibile. Se le critiche sono costruttive si può sempre crescere e migliorare. Ciò che invece dovrebbe cambiare è la mentalità in generale. Prima di trarre dei giudizi occorrerebbe quantomeno verificare con mano, constatare la bontà (o meno) delle iniziative per poi arrivare alle conclusioni. Giustissimo tutelare i prodotti, le peculiarità, i singoli operatori che lavorano a Terni. Doveroso, sacrosanto, condivisibilissimo.

Tuttavia, poiché questo evento non toglierà effettivamente nulla ma aggiungerà un qualcosa in più, anche all’offerta commerciale, è forse più corretto valutarne gli effetti. Basterebbe leggere i feedback, provenienti dalle altre località coinvolte che attendono sempre con trepidazione ed entusiasmo questa manifestazione.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, gli espositori di Forte dei Marmi: una valida opportunità per contribuire a cambiare la mentalità LA RIFLESSIONE

TerniToday è in caricamento