SPECIALE EUmbria – I fondi dell’Unione europea per il rilancio del turismo rurale e l’avvio di nuove attività imprenditoriali: ecco i bandi

L’iniziativa dei Gruppi di azione locale con il sostegno della Regione: contributi fino al 70% degli investimenti per aiutare le imprese. Misure particolari in favore di giovani e donne

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE-Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea

eumbriatoday-logo-2

In queste settimane i Gal Umbri (Gruppi di azione locale - partenariati tra soggetti pubblici e privati selezionati dalla Regione con apposito bando per promuovere azioni principalmente nei settori ambientale e rurale) stanno attivando uno specifico intervento di sostegno per investimenti nelle imprese extra-agricole (artigianali, del commercio e dei servizi). Tale iniziativa è stata intrapresa in attuazione dell’Intervento standard 6.4.3 del PSR (Programma di Sviluppo Rurale - “Sostegno alla creazione o allo sviluppo di imprese extra-agricole nei settori del commercio, dell’artigianato, del turismo, dei servizi e dell’innovazione tecnologica”).

L’obiettivo è quello di contribuire allo sviluppo occupazionale, al rilancio ed al rafforzamento della presenza di piccole imprese nelle zone rurali, del turismo rurale e dei relativi servizi. In particolare, si punta ad innovare e creare nuove attività imprenditoriali, anche attraverso formule originali ed il recupero di attività della tradizione rurale locale.

Possono essere beneficiarie dei sostegni le imprese con meno di dieci addetti e che realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro. Le dotazioni finanziarie variano tra i diversi GAL, con un’intensità di contributo pari al 60% della spesa ammissibile, che può arrivare al 70% se si parla di zone svantaggiate o per imprenditori giovani o donne, proprio per rimarcare l’obiettivo di crescita e sviluppo delle zone interessate. I bandi sono consultabili sui siti internet dei diversi Gal (GAL Alta Umbria, GAL Media Valle del Tevere, GAL Trasimeno Orvietano, GAL Valle Umbra e Sibillini e il GAL Ternano), nella sezione “bandi”, dove sono presenti tutte le informazioni a riguardo (beneficiari, finanziamenti, scadenze domande ecc.).

Queste misure, tra le altre cose, sono possibili anche e soprattutto grazie ai fondi strutturali, strumenti finanziari messi a disposizione dall’Unione europea per realizzare quella che prende il nome di “politica di coesione”, con l’obiettivo primario di riequilibrare i divari esistenti tra le diverse regioni dell’Unione europea.

Nello specifico, la politica di sviluppo rurale dell’Unione europea si prefigge di aiutare le zone caratterizzate principalmente dalle attività agricole e zootecniche, per affrontare le varie problematiche esistenti, di natura economica, ambientale e sociale. Essa è finanziata dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) con un investimento complessivo di circa 100 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.

Tra le Regioni europee, l’Umbria è particolarmente interessata allo sviluppo rurale e lo ha attuato attraverso uno specifico programma settennale, il PSR, con cui ha definito le principali strategie, i vari obiettivi ed interventi per i settori agricolo, agroalimentare e forestale. Per il periodo 2014-2020 il PSR dell’Umbria prevede finanziamenti pubblici per circa 930 milioni di euro.

Il PSR ha riservato una specifica Misura, la numero 19 (Sostegno allo sviluppo locale Leader), all’attività dei Gal, destinando ad essa circa il 5 per cento del finanziamento complessivo del PSR.

Europe Direct Terni

B_EuropeDirect-Centre-FondB modificato-2

Leggi gli altri articoli di EUmbria

Assistenza sanitaria transfrontaliera: anche gli umbri possono usufruirne

 L’eccellenza europea a Scienze politiche: al via le iscrizioni alla Cattedra Jean Monnet

“Cic to Cic”, integrazione da primato

Sesso e bulli: ecco le trappole della Rete per i più piccoli

Congedo di paternità, novità per tutti i papà umbri

Migranti e accoglienza, ecco come funziona lo Sprar di Terni

FISE-EUmbria, un progetto per portare l''Europa a casa tua

Dalla Bicocca di Milano a Sant’Anatolia per fare la tesi sugli “ecomusei”, che salvano comunità e tradizioni

L’Europa finanzia “le imprese culturali e creative”: 3 milioni per il primo bando in Umbria

Un Terremoto di Solidarietà dopo quello di macerie: giovani da tutta Europa per aiutare Norcia

Terni e Foligno tra carri e toques blanches: l'Umbria nell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale

L’Unione europea sostiene il microcredito locale tramite la Regione: dal 3 dicembre le richieste

“Ecco come sarà ricostruita la Basilica di San Benedetto a Norcia: dalla Ue tanti fondi di solidarietà”

Nel 2019 si vota per il rinnovo del Parlamento Europeo: ecco come esprimere un voto informato e libero

Unione Europea e futuro: una tre giorni a Perugia per avvicinare i giovani al mondo del lavoro

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Turista ternano muore sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto

  • Incidente stradale all'incrocio maledetto, le foto dello schianto. Tra i coinvolti una famiglia con due bambini

  • Incidente stradale, l'incrocio maledetto colpisce ancora: schianto tra due auto

  • Venti assunzioni a tempo indeterminato, arriva il ‘concorsone’

  • Ermes Maiolica colpisce ancora: “bucata” la pagina ufficiale Facebook di Matteo Salvini

  • Doppio incidente stradale nella mattinata odierna: uomo rimane ferito dall'impatto

Torna su
TerniToday è in caricamento