Eventi a Terni, al Baravai c’è ‘ArtaSerse’. I registi: “Un personaggio incredibile che merita il giusto tributo ed applauso della sua città”

Venerdì 4 settembre il film verrà riprodotto all’anfiteatro Fausto. La presentazione di Cristiano Carotti e Desiderio

foto di repertorio

Un esperimento cinematografico tra realtà e finzione, dove gli attori interpretano se stessi. Da un’idea di Cristiano Carotti e Desiderio, due artisti visivi ternani, nasce il lungometraggio che verrà proiettato per la prima volta a Terni, il prossimo venerdì 4 settembre (ore 22). Location designata l’anfiteatro Fausto, all’interno degli eventi previsti per il Baravai. La storia – riprende il nome del film – è quella di Artaserse, operaio della ThyssenKrupp in pensione, pugile, allenatore e pittore. 

“Siamo accomunati dalla stessa passione” affermano Desiderio e Cristiano Carotti i quali hanno scritto e diretto la produzione cinematografica: “Sei anni fa è nato Versus con l’idea che la via più autentica e proficua di collaborazione tra due artisti visivi è lo scontro. Personalità, background, concettualità, stili e punti di vista diversi che senza troppi compromessi si scontrano per dar vita ad una nuova forza, un nuovo vettore creativo”.

Il progetto ArtaSerse: “Un lungometraggio completamente autoprodotto che alla fine ci ha portato ad affermare: è stata una bella impresa. Bisognava raccontare Serse poiché si tratta di un personaggio incredibile. Soprattutto gli va reso l’onore e la gloria meritata. Non ci piacciono le cose semplici” aggiungono i registi. “In questo contesto gli interpreti di se stessi sono gli attori. Si tratta di un esperimento cinematografico tra realtà e finzione che si fondono costantemente, ed i personaggi reali vengono catapultati in una storia futuribile. La storia di Serse incarna il rapporto con l’arte e la tela. Ogni volta che un artista dipinge, fa una sorta di incontro di boxe con se stesso. Noi viviamo questo conflitto tra arte e mercato e abbiamo visto un modo per farsi tante domande”.

La prima volta a Terni  

“Dopo la partecipazione al Modena Via Emilia doc Festival 2019, al corto Dino De Laurentis Film Festival 2019 e le presentazioni alla Cineteca Internazionale di Bologna per Art City Cinema 2020, Germi-Milano e Angelo Mai Roma, venerdì 4 settembre è previsto il debutto a Terni”. Ci tengono ad aggiungere: “Il 25 marzo era la data concordata per farlo uscire in città al Politeama poi l’emergenza sanitaria ha impedito tutto ciò. L’opportunità concessa è molto importante in questa finestra bellissima. A tal proposito ringraziamo Andrea Leonardi, le Macchine Celibi e Baravai. A Terni ci siamo nati, cresciuti. E’ molto importante che a Serse venga tributato un applauso dalla sua città. Meno freak di quanto sembra, è più tenero e lo si scopre passo dopo passo vedendo il film”.

Le difficoltà maggiori: “Ci sono voluti quattro anni per girarlo poiché si tratta di un progetto low badget. Inoltre quando lavori con lui c’è imprevedibilità del soggetto, è proprio il bello di aver collaborato insieme. Siamo riusciti a completare la produzione anche grazie ad una serie di figure professionali e attori professionisti. Inoltre gli Afterhours ci hanno fatto un grande regalo, nel poter utilizzare la traccia Padania. Fondamentale anche Alessandro De Florio che ha curato la colonna sonora dando un sapore speciale al lungometraggio".

A Cristiano e Desiderio chiediamo qualche anticipazione: “In primo luogo vi consigliamo di soffermarvi su una scenetta comica, dentro ad un negozio di abbigliamento. Serse come attore è uno spettacolo. Inoltre, da un punto di vista prettamente artistico, quando disegna sulle tovagliette dell’osteria Garibaldi. Infine un momento molto bello il dialogo in allenamento con Alessandro Persi. Un frammento piuttosto coinvolgente di estrema tenerezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento