Il Grillo Parlante abbandonato: erbacce, ratti e sporcizia nel parco della ex scuola materna

La struttura del quartiere Le Grazie, chiusa dal 2016, dovrebbe essere riconvertita in Centro per bambini e bambine

C'era una volta il Grillo Parlante, e non si tratta dell'incipit di una storia. Il riferimento è alle attuali condizioni della scuola materna del quartiere Le Grazie, in via Botondi. Chiusa dal 2016, la struttura è completamente abbandonata a se stessa: l'erba è altissima, la pavimentazione esterna è ormai da rifare e, oltre la recinzione, sporcizia e rifiuti vanno accumulandosi. Dove una volta giocavano allegramente i bambini, come evidenziano i residenti, scorrazzano ratti e serpi. “Si sono dimenticati dell'asilo – dice chi abita a pochi passi dal Grillo Parlante – e siamo in una situazione indecente. Dopo la chiusura è stato tutto lasciato così, eppure qualche gioco è stato pizzato non troppo tempo fa. Ormai qui è da rifare tutto”.
In effetti, la situazione appare abbastanza desolante: le erbacce ormai sovrastano gli scivoli e le strutture, gli altri giochi sono abbandonati e difficilmente riutilizzabili.

Il progetto

Eppure, il destino del Grillo Parlante sembrava così ben diverso.
Lo stesso Comune di Terni, infatti, lo aveva inserito nella gara di affidamento dei Servizi integrativi e innovativi per la prima infanzia in supporto ai Sec (Servizi Educatici Comunali), come sede di un Centro per bambini e bambine, a fianco delle strutture Pollicino e Casa di Alice. Alla fine del 2017, quindi, per il Grillo Parlante si configurava un futuro come spazio aperto, da dedicare soprattutto ad attività artistico-espressive, un laboratorio innovativo e in divenire
Di fatto, però, le attività in questa sede non sono mai partite: la comunicazione della chiusura della scuola materna risale all'agosto 2016 e da allora il cancello non è stato più aperto. Che fossero necessari dei lavori di adeguamento era comunque cosa nota, tanto che nell'approvazione del progetto “Grillo Parlante e altre storie” si faceva specifico riferimento all'individuazione di “una risorsa specifica all’interno del Piano Nazionale Pluriennale per la Promozione del Sistema Integrato di Educazione e Istruzione per le Bambine e i Bambini dalla nascita fino ai sei anni, che prevede l’assegnazione da parte del MIUR alle Regioni di fondi di cui sono direttamente beneficiari i Comuni”. Questo, ad aprile 2018, data in cui è stato approvato il progetto di riconversione, quando la previsione di apertura della nuova struttura era indicata per l'anno scolastico 2018-2019. Un'ipotesi decisamente ottimistica, considerando che i lavori sembrano lontani dall'iniziare.

GUARDA LA GALLERY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiori d’arancio per Samanta Togni, il “sì” a Narni il 15 febbraio: ecco le pubblicazioni di matrimonio

  • Incidente stradale, muore dopo un violento schianto contro un albero

  • Cospea Village, via libera al secondo piano: più negozi e nuovi posti di lavoro

  • Inquinamento a Terni: “Leucemie, linfomi, tumori, melanomi: eccesso di morti per tutte le cause”

  • Lutto nella medicina sportiva ternana: è scomparso Italo Pieramati

  • Dramma sfiorato, camion perde le ruote che finiscono contro un'auto

Torna su
TerniToday è in caricamento