menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2 e polemiche, Terni al Centro: "Snobbati volutamente dal Comune. Siamo sconcertati"

Nessun coinvolgimento nonostante l'associazione abbia più volte chiesto di collaborare sulle misure di aiuto al commercio. "Associazioni di categoria silenziose anche sulla ztl"

"Una precisa presa di posizione politica contro la nostra associazione". Dura accusa dell'associzione 'Terni al Centro' nei confronti dell'amministrazione comunale. Il preisidente Gianluca Munzi, che rappresenta i circa trecento associati, punta il dito contro il mancato coinvolgimento di 'Terni al centro' al tavolo d partecipazione e concertazione sulla fase 2 che vede la ripartenza del settore commerciale. "Azione volutamente poltica", dice, nessun coinvolgimento nonostante la nostra chiara volontà di collaborare.

"Rimaniamo sconcertati delle notizie che recuperiamo solo dai giornali senza essere stati interpellati. -  afferma Munzi - Oltre alla esigua forza che arriva dal governo centrale, a livello locale pur con qualche tassa locale defiscalizzata, qualche provvedimento per la movida, nuove aree pedonali, le bici elettriche, non c’è traccia della proposta di apertura ztl almeno in fasce orarie per consegna o ritiro come avevamo chiesto a gran voce, a maggior ragione in questo periodo di emergenza e in via sperimentale. La cosa più grave è che le altre associazioni di categoria, per il Comune ben più importanti della nostra evidentemente, sono state più o meno silenziose dando così un assenso totale all’operazione. La realtà più amara è quella per cui siamo stati ignorati, pur rappresentando moltissimi commercianti del centro, e non penso che questo sia avvenuto non per sbadataggine ma per volontà politica. La nostra volontà di collaborare è stata più volte messa in campo, ma le continue disattese da parte della Giunta, e in particolare dell’assessore Bordoni e dell’assessore Salvati, su alcuni temi caldi ci preoccupano seriamente. Non sedere nei tavoli per discutere non rappresenta solo uno schiaffo alle nostre esigenze, ma un’azione che implica responsabilità politica per le scelte messe in campo. Ne trarremo le conclusioni e valuteremo quanto questi provvedimenti avranno effetti positivi sul mondo reale delle botteghe del centro cittadino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo fast food a Terni: “Nasce da una mancanza in città. Ispirato allo stile americano con prodotti casarecci e di qualità”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento