rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Festa delle rose, premiate le eccellenze ternane del lavoro e dello sport

La Rosa d’oro è stata assegnata alla cooperativa sociale So.L.Co. Il “Sentiero della bontà” è andato invece a Ismaele Kerkeni, della 1 F della scuola Alterocca. I biglietti vincenti della lotteria

Eccellenze ternane e del mondo del sociale premiate in occasione della 36esima edizione della Festa delle rose. Il premio “Rosa d’oro”, organizzato dalla parrocchia dell’Immacolata Concezione (zona Polymer) in collaborazione col Circolo Acli Aurora delle Acli, ha premiato quest’anno con la rosa d’oro la cooperativa sociale So.L.Co. (Cooperativa sociale solidarietà lavoro collaborazione), opera segno della Caritas della diocesi di Terni che ha lo scopo di ridare dignità del lavoro alle persone e alle famiglie che sono rimaste escluse dal mercato del lavoro ed in particolare le persone che appartengono alle cosiddette “categorie svantaggiate”, come chi viene da esperienze di carcere, dipendenze, handicap mentali e psichici.

Sono vari i servizi che opera la cooperativa e vanno dalla raccolta di abiti usati, alle piccole manutenzioni, alla manutenzione del verde, traslochi, servizi di facchinaggio. A consegnare il premio è stato il vescovo della diocesi di Terni Narni Amelia, monsignor Francesco Antonio Soddu. “L’opera della cooperativa So.L.Co. è estremamente meritoria e sono particolarmente onorato di consegnare questo premio – ha sottolineato – non solo perché in passato ho avuto esperienze personali con la Caritas, ma per lo scopo che si propone nei confronti di persone in grande difficoltà e che grazie a loro ritrovano la dignità del lavoro”.

“Siamo nati nell’ambito parrocchiale – ha spiegato il presidente di So.L.Co. Stefano Notari – per poi diventare una cooperativa sociale di tipo B, capace di offrire servizi su tutto il territorio e non solo. Ci siamo sempre resi disponibili ad accogliere persone che hanno necessità di svolgere attività alternative alla detenzione o chi ha necessità di svolgere servizio di volontariato quale affidamento in prova. Ma anche a tante persone che hanno difficoltà di vario genere ad inserirsi nel mondo del lavoro. Ringrazio la Festa delle rose per aver ricordato la nostra attività e per averci voluto consegnare la rosa d’oro”.

Sul palco per ringraziare la cooperativa So.L.Co. anche il parroco dell’Immacolata Concezione, don Paolo Carloni, il presidente del Circolo Acli Aurora Luciano Grassi e il suo vice Giovanni Giorgi.

Rose d’argento, invece per il 15enne karateka Ettore Mostarda, allenato da Fabrizio Pazzaglia, che è salito al primo posto nel ranking italiano conquistando l’oro all’Open di Toscana, il bronzo ai campionati italiani fino alla convocazione nella nazionale giovanile della Fijlkam con la quale ha conquistato il bronzo all’open d’Italia a Rimini e il giorno successivo ai Ctr Games.

Rosa d’argento anche per le schermitrici del Circolo della scherma Terni Sofia Quirini, che ha conquistato il titolo di campionessa italiana Allieve nella specialità “Spada” al Gran premio Giovanissimi “Renzo Nostini” e alla medaglia di bronzo Virginia Martini.

“Erano anni che provavo a vincere – ha raccontato Sofia Quirini – ma per un motivo o l’altro non riuscivo e mi ero quasi stancata. Quest’anno non mi sono arresa e ho dato il massimo e alla fine l’oro è arrivato”.

Medaglia di bronzo invece per Virginia Martini, due anni più giovane (2011). “Se devo essere sincera sono un po’ delusa – ha chiarito – perché l’anno scorso avevo vinto l’argento e mi aspettavo di più, ma l’anno prossimo sono pronta a dare battaglia”.

Ad accompagnare le due campionesse c’erano il loro istruttore, il maestro Daniele Anile e il maestro di spada del circolo della scherma Alessandro Bartoli. Ospite d’eccezione l’atleta della Nazionale di spada Elena Ferracuti, medaglia d’argento ai campionati del Mediterraneo, bronzo al circuito europeo Under 23, quinto posto europeo a Losanna.

Altra rosa d’argento a Corrado Montecaggi, campione del mondo di calciobalilla. Fa parte della Federazione paralimpica di questa disciplina sportiva. “Giocavo a calcio, poi a 15 anni ho avuto un incidente in motorino con problemi ad una gamba. Sono stato parecchio tempo in carrozzina e allora ho imparato ad apprezzare il calciobalilla. Ho scoperto di essere bravo, fino ad arrivare al primo posto nel mondo, imparando a calcolare anche i secondi dei tiri avversari e trovando un mio modo di giocare. Adesso ho un progetto con la scuola e con la parrocchia dell’Immacolata Concezione per diffondere questo sport”.

A consegnare i premi agli sportivi, accanto alla presidente delle Acli Manila Tellini, a Maurizio Torchio segretario provinciale del Fap, al maresciallo Daniele Scentoni, comandante della stazione di Colescipoli e a Learco Lombardini delle Acli e vice segretario Fap, c’era il neo assessore allo sport Marco Schenardi, ex giocatore della Ternana e calciatore della massima serie per molti anni. “Sono felicissimo di essere qui e ringrazio gli organizzatori di avermi invitato – ha commentato Schenardi – Sto scoprendo ogni giorno quanti campioni abbiamo. E da ex calciatore dico che durante il mio mandato vorrei proprio cercare di dare il massimo risalto possibile a tutte quelle discipline che hanno meno visibilità che rappresentano delle eccellenze. Visto che abbiamo premiato delle schermitrici, vorrei fare i complimenti ad Alessio Foconi per il nuovo titolo italiano e ricordare a tutti di non perdere il Campionato italiano paralimpico di scherma che si svolgerà proprio nella nostra città ad ottobre. Insomma, di fronte a titoli italiani e del mondo mi inchino alla loro bravura. Complimenti”

Insignito invece del premio “Sentiero della bontà” giunto alla 24esima edizione, Ismaele Kerkeni, della 1 F della scuola Alterocca. “Perché si è sempre contraddistinto per il suo altruismo, la sua generosità, il comportamento eccellente verso i professori e i suoi compagni di classe – hanno detto di lui le insegnanti Sara Brunetti, Danila Staiti, Marina Verducci e Michela Abbati – Le belle persone come te sono la prova che possiamo fare sempre qualcosa di buono – hanno concluso – continua così”.

Ad allietare la serata con danze carabiche ci hanno poi pensato gli Svalvolatini e Camarilla latina dei maestri Alessio Mammoli e Simona Camuzzi.

Al termine l’estrazione della lotteria: 1 premio – Buono del valore di 1000 euro N. 0881; 2 premio – Tv Smart Tech N. 2952; 3 premio Orologio – N. 0235; 4 premio Bicicletta N. 0950; 5 premio Forno alogeno ventilato N. 1026; 6 premio Piatto di portata Rosenthal N. 1108; 7 premio Macchina da Caffè N. 2628; 8 premio Buono spesa offerto da Luzzi carne del valore di 50 euro N. 0646; 9 premio – Ferro da Stiro a vapore Sinotech N. 0033.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa delle rose, premiate le eccellenze ternane del lavoro e dello sport

TerniToday è in caricamento