rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Terni, l’evento Sulle tracce del visionario: “Un appuntamento a metà strada tra la mostra e il racconto per avvicinare le persone all’arte”

La personale dell’artista Fiorenzo Mascagna a cura di Isabella Cruciani e Alessia Minicucci. L’inaugurazione è prevista venerdì 5 maggio (ore 17.30) al Cenacolo San Marco

Una mostra personale dell’artista Fiorenzo Mascagna, è in procinto di debuttare presso il Cenacolo San Marco. L’inaugurazione infatti è prevista venerdì 5 maggio, ore 17.30, con apertura al pubblico nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 maggio, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30. Per il 5 maggio l’apertura al pubblico è contestuale al debutto, fino alle 19.30. A curare l’evento denominato ‘Sulle tracce del visionario’ - promosso da Istess Arte - sono Isabella Cruciani e Alessia Minicucci.

A tal proposito l’iniziativa inaugurale verterà sulla presentazione delle curatrici e su un intervento critico dello stesso artista, sul significato di post moderno della messa in scena dell’arte, pensata per valorizzare il rapporto tra opera, luogo e narrazione. Infine l’attrice Rita Camilletti leggerà delle storie abbinate alle opere.

La mostra evento è costruita attorno al tema del visionario, suggerito da una frase di Federico Fellini: “Il perfetto realista è il visionario”. Come afferma l’autore: “Si tratta di un appuntamento a metà strada tra la mostra e il racconto, questo per avvicinare le persone all’arte nel tentativo di rendere comprensibile il percorso che dall’idea giunge all’opera”.

Proprio di percorso si tratta poichè l’allestimento delle tredici opere su cavalletto, illuminate con luce radente, saranno inserite all’interno del suggestivo spazio del Cenacolo San Marco, in modo tale da suggerire un possibile percorso del fruitore tra le stesse. I linguaggi artistici si incontreranno per indicare la strada che dal vedere conduce al guardare.

Alcune info sull’artista: Fiorenzo Mascagna è nato a Caprarola il 18 agosto del 1959. Conseguita la maturità artistica presso l’Istituto d’Arte di Civita Castellana, si è diplomato in scultura all’Accademia di Belle Arti di Viterbo con il punteggio di 110/110 e lode, discutendo la tesi “Il luogo nella scultura”. Già titolare per un decennio della cattedra di “Teoria della percezione e psicologia della forma” presso la medesima Accademia che lo ha visto studente, Fiorenzo Mascagna ha insegnato nei corsi di pittura, restauro, scenografia e moda.

Attualmente si dedica esclusivamente alla scultura operando in ambito pubblico e privato. Ancora giovanissimo ha realizzato in ambito urbanistico importanti interventi di innegabile rilevanza artistica come la fontana per il Nunzio apostolico del Madagascar, “la città e le quattro stagioni a Civitavecchia, “Girotondo delle piccole cose” a Caprarola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, l’evento Sulle tracce del visionario: “Un appuntamento a metà strada tra la mostra e il racconto per avvicinare le persone all’arte”

TerniToday è in caricamento