menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
fiume nera

fiume nera

Fiume Nera, inaugurazione dei nuovi interventi per la messa in sicurezza della città

Sabato 11 maggio verrà inaugurata la settimana nazionale del consorzio bonifica Tevere Nera. Il presidente Manni:"Occasione per far conoscere la nostra attività e gli investimenti fatti ed in programma"

Sabato 11 maggio verrà inaugurata la settimana nazionale del consorzio bonifica Tevere Nera. Una serie di iniziative volte a coinvolgere istituzioni, cittadini, attività imprenditoriali, associazioni di categoria ed altri vari soggetti, sui temi della bonifica e sul valore che essi hanno per la crescita complessiva del sistema territoriale. Il presidente Massimo Manni, a tal proposito sottolinea come questa sia: “L’occasione per illustrare le attività, gli investimenti fatti e quelli in programma a favore della sicurezza idraulica, dei cittadini, dello sviluppo economico e della tutela del territorio”.

Il primo appuntamento è previsto sabato 16 con “Impianti aperti” alla cabina di sollevamento de Le Sore, in Via Caproni a Terni (area circostante l’aviosuperficie Leonardi). Un incontro con la cittadinanza, allo scopo di divulgare e far conoscere l’attività svolta nella gestione del servizio di irrigazione. In particolare saranno illustrati gli impianti che sono destinati alla distribuzione irrigua con condotte a pressione nel comprensorio del fiume Nera :“Un’area di 1.200 ettari, di cui 1.100 irrigabili, divisa in tre distretti irrigui: “Le Sore”, “Camminate” e “Campo del Duca” come ricordato da Massimo Manni. Il presidente sottolinea poi che il Tevere-Nera ha progettato un intervento di ammodernamento di alcuni di questi impianti per un costo di oltre sei milioni di euro, finanziati dalla Regione Umbria nell’ambito del Psr 2014-2020: i lavori partiranno il prossimo anno.

Venerdì 17 maggio ore 11, verranno inaugurati i lavori sul fiume Nera. “Si tratta – spiega il presidente - di interventi di messa in sicurezza della città di Terni e della zona industriale Terni-Narni tra la paratoia del canale Recentino e il ponte di collegamento tra la Maratta e la SS- E45. Gli interventi sono costati oltre 4 milioni di euro e sono consistiti essenzialmente nell’innalzamento degli argini in terre e terre armate e, laddove non vi era disponibilità di aree, con muri in cemento armato fondati su pali o con fondazione semplice”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento