Flaminia, ecco come sarà rifatto il look della strada tra Terni e Spoleto

Previsti 11 interventi del valore complessivo di 14,3 milioni di euro, corsie di arrampicamento per i veicoli lenti, realizzazione di rotatorie e allargamento di curve a raggio ridotto per migliorare la transitabilità e la sicurezza

Anas (Gruppo FS Italiane) ha affidato le attività di progettazione dei lavori di miglioramento del tracciato della strada statale 3 “Via Flaminia” tra Spoleto e Terni. Gli atti di consegna sono stati sottoscritti oggi dai responsabili della Struttura Territoriale Anas Umbria e dal progettista incaricato “COOProgetti”, alla presenza della Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e dell’Assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Enrico Melasecche.

La progettazione riguarderà, in particolare, 11 interventi del valore complessivo di 14,3 milioni di euro, finalizzati a risolvere le principali criticità dovute alla conformazione del tracciato, innalzando gli standard di sicurezza, migliorando il comfort di guida e la fluidità della circolazione.
Una volta ultimata la progettazione sarà avviato l’iter di approvazione del progetto e, a seguire, la procedura di appalto per l’affidamento dei lavori. Gli interventi sono già inseriti in un piano aggiuntivo in corso di definizione per il finanziamento.

Nel dettaglio, l’ipotesi progettuale prevede:
Allargamento di quattro curve di stretto raggio dal km 105,800 al km 106,800 mediante la parziale demolizione della parete rocciosa di monte e la costruzione di opere di sostegno, migliorando così la visibilità e la capacità di iscrizione in curva da parte dei veicoli, specialmente quelli pesanti.
Miglioramento di due intersezioni a raso esistenti con la realizzazione di due rotatorie al km 107,500 (bivio Molinaccio) e al km 108,500, in modo di migliorare sensibilmente la sicurezza della circolazione stradale eliminando le manovre di svolta a sinistra.
Realizzazione di una corsia di marcia aggiuntiva (di arrampicamento) in salita per i veicoli lenti tra il km 108,900 e il km 109,900 al fine di evitare code e manovre azzardate di sorpasso da parte dei conducenti di autoveicoli.
Sistemazione degli incroci a raso della viabilità di accesso al centro abitato di Strettura con la Flaminia: attualmente esistono due intersezioni ravvicinate (al km 110 e al km 111,100) per le quali, oltre a presentare aspetti di criticità dati dalla bassa visibilità e forte pendenza è consentita la svolta a sinistra anche in presenza di scarsa visibilità. La soluzione progettuale prevede la sistemazione dei due innesti e la separazione dei flussi di traffico per evitare la manovra di svolta a sinistra.
Realizzazione di una corsia supplementare di arrampicamento riservata ai veicoli lenti in salita dal km 113,300 al km 114,100.
Installazione di segnaletica luminosa (Pannello a Messaggio Variabile) e potenziamento della segnaletica verticale e orizzontale per migliorare la sicurezza del bivio per Montebibico al km 115,600.
Realizzazione di una corsia supplementare di arrampicamento riservata ai veicoli lenti in salita dal km 120+000 al km 121+100
Miglioramento del bivio per Mustaiole e Sustrico al km 122,800.
Miglioramento del bivio per la zona Testaccio al km 123,500 mediante realizzazione di una breve complanare per ridurre il numero di innesti a raso e accessi alla SS3 in quel punto.
Realizzazione di una rotatoria in sostituzione dell’attuale innesto a raso per Monteluco/Spoleto Sud al km 124,400, evitando la necessità di manovre di stop e svolta a sinistra.
Realizzazione di una passerella pedonale in prossimità dello stesso incrocio al fine di garantire l’attraversamento dei pedoni in sicurezza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Umbria Arancione | La nuova ordinanza regionale nella sintesi grafica

  • Umbria arancione | Misure restrittive confermate dalla Tesei fino al 29 novembre

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

Torna su
TerniToday è in caricamento