rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Terni Digital Week, Intelligenza Artificiale e territorio: il ministro D’Incà riceve il Manifesto di Piediluco

Evento alla Fondazione Carit nell’ambito degli appuntamenti del festival digitale: documento sulla Smart Land. Carlini: “Grande opportunità”

“Il nostro Paese, attraverso questo momento di crisi pandemica, ha fortunatamente fatto grandi passi in avanti sull'utilizzo del digitale, comprendendo la sua importanza. Il Pnrr da oggi è uno strumento che da qui al 2026 servirà a ricucire il rapporto con il futuro. Abbiamo l'importante compito di definire l'Italia dei prossimi anni e il digitale è al centro”. A dirlo è il ministro per i Rapporti con il parlamento, Federico D'Incà, partecipando in videoconferenza alla tavola rotonda organizzata a Terni dal titolo “Smart land digitale e il ruolo dell'intelligenza artificiale”. 

L'evento si è svolto nella sede della Fondazione Carit nella cornice di DigitalMeet,  ed è stato l’occasione per consegnare al ministro il “Manifesto di Piediluco”, inerente la smart land digitale e il ruolo dell'intelligenza artificiale come motore di sviluppo per il futuro del territorio. Tra i temi trattati dal manifesto l'Internet of Things, insieme allo sviluppo di infrastrutture adeguate e competenze specialistiche idonee per governare il processo di cambiamento. Il ministro ha sottolineato la “statura sotto il profilo etico e del valore di una nuova società” del manifesto, rimarcando l’importanza “della formazione e dell’educazione dei giovani ad un utilizzo di social network e app”. 

A fare gli onori di casa, il presidente della Fondazione Carit Luigi Carlini. “Da profano del tema, provo a trasmettere la sensazione che si ricava dopo aver ascoltato le voci autorevoli qui convenute: viviamo già, per molti aspetti, in una sfera al cui interno l’Intelligenza artificiale si va espandendo anche se non ne intravediamo l’architettura e i percorsi. Conosciamo già lo sterminato campo delle sue applicazioni, un campo destinato ad allargarsi ogni giorno. L’ampia gamma di applicazioni di IA incide positivamente sui benefici che le aziende possono ottenere. All’ampia gamma delle possibilità applicative non può e non deve sottrarsi il territorio. Poter disporre di una mappa della fruibilità territoriale, una mappa intelligente e interattiva che metta il cittadino o il visitatore occasionale nella condizione di connettersi con la realtà potenziata e interattiva del luogo fisico in cui si trova significa disporre di una risorsa straordinaria in grado di collocare la persona al centro della realtà fisica, moltiplicando le nostre capacità di conoscenza e di interazione. Conoscere l’ambiente ci aiuta a rispettarlo meglio, a goderne le bellezze, i punti di forza e le criticità. In una parola arriviamo a disporre della realtà circostante e a conoscerne simultaneamente ogni aspetto e dunque arricchire le nostre capacità di scelta e le facoltà di interazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni Digital Week, Intelligenza Artificiale e territorio: il ministro D’Incà riceve il Manifesto di Piediluco

TerniToday è in caricamento