Fontana di piazza Tacito: il Coronavirus modifica la tabella di marcia per la riapertura. Le novità illuminazioni e tunnel sotterraneo

L’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati: “L’emergenza sanitaria ci ha costretti a rivedere i piani. Non mi sbilancio e indico la nuova data di riapertura entro il primo semestre del 2021”

foto di repertorio

Uno stop forzato, inaspettato quanto causato dall’emergenza sanitaria. Dopo la chiusura temporanea dei cantieri ora i lavori per la riqualificazione della Fontana di piazza Tacito procedono spediti. Li aggiornamenti vengono forniti dal comune di Terni, attraverso la comunicazione social e istituzionale e dai cartelli posti al di fuori del cantiere. Al momento infatti siamo in piena fase sei ossia: “Attacco della superficie musiva e rifacimento dell’opera di Corrado Cagli”.

Illuminazione e tunnel

Una motivazione prettamente estetica. L’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati è piuttosto chiara nell’argomentare la scelta di spostare la scala che consentirà l’accesso al museo: “Avevamo individuato tale area al centro della piazza poiché quel tunnel era stato scavato per altri motivi. C’erano delle perdite che andavano a finire dentro l’altro già presente. Con l’occasione avevamo pensato di inserire anche la scala ma poi ci siamo resi conto, in accordo con la sovrintendenza, che era meglio individuare un’altra zona. Sorgerà ad inizio via Mazzini, poco prima della pavimentazione nuova. Naturalmente tale varco poi consentirà di visitare il museo che verrà allestito in futuro”.

scala-2

Tempi ed interventi

“A causa dell’emergenza sanitaria – afferma Benedetta Salvati – è presumibile che il termine dei lavori verrà procrastinato entro il primo semestre del 2021. Sono stati individuati diversi interventi non previsti. Ad esempio la risistemazione della seduta intorno alla fontana. Visto che ci siamo la risolleviamo e riqualifichiamo completamente. Inoltre è stato approvato il progetto della nuova illuminazione con il placet della sovraintendenza. I restauratori – sottolinea l’assessore - stanno facendo un lavoro stupendo in un contesto davvero complicato. A tal proposito ringrazio la Fondazione Carit per il sostegno che ci sta dando. I mosaici li stanno portando a Papigno dopo il consolidamento mentre i nuovi sono già pronti”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento