rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità Marmore

Fontana del Rancio: “Un punto di riferimento per gli abitanti di Marmore, Larviano e Miranda. Significativo intervento di restauro”

Iniziativa curata da alcuni componenti del gruppo facebook Marmore Mix: “Un bene di tutta la nostra comunità e soprattutto un utile riferimento per escursionisti e sportivi”

Un punto di riferimento per gli abitanti delle frazioni di Marmore, Larviano e Miranda. La fontana del Rancio ha rappresentato un luogo di approvvigionamento di acqua potabile, a cui hanno attinto una moltitudine di residenti e non.

A tal proposito Tonello Cresta, del gruppo facebook Marmore Mix, evoca i cenni storici della fontana: “Da dove proviene il toponimo Rancio? Secondo il compianto ed indimenticabile storico ternano Walter Mazzilli, è molto probabile che era il luogo dove gli uomini armati alle dipendenze del signore della Rocca di Monte Sant’Angelo consumavano il rancio, vista anche la presenza dell’acqua potabile. A circa 150 metri dalla fonte si può vedere un rudere di un antichissimo fabbricato, con intorno resti evidenti di muro a secco che fa pensare ad una probabile presenza di religiosi e quindi si può spiegare la vicinanza del fabbricato con una preziosa fonte di acqua”.

I dettagli dell’intervento: “Grazie ad una iniziativa di alcuni componenti del gruppo Marmore Mix e soprattutto alla generosità dei cittadini di Marmore si è potuto realizzare un significativo restauro della fonte, con un particolare grazie a Romeo e Roberto. Un bene di tutta la nostra comunità e soprattutto un utile riferimento per escursionisti e sportivi (vedi maratona delle acque). Ora è fondamentale – conclude - un intervento del Consorzio di Bonifica “Tevere-Nera”, che è stato già contattato, per ripristinare al meglio la sorgente che si trova nelle vicinanze. È la storia che diventa presente e soprattutto futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontana del Rancio: “Un punto di riferimento per gli abitanti di Marmore, Larviano e Miranda. Significativo intervento di restauro”

TerniToday è in caricamento