Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Frecciarossa ad Orte. Dominici: “Opportunità per Terni e per tutta l'Umbria del sud”

Il capogruppo di Forza Italia Lucia Dominici: “Avere a pochissimi chilometri dalla nostra città la fermata del mezzo per eccellenza dell'alta velocità ferroviaria è sicuramente un beneficio”

foto di repertorio

Una nuova fermata per il Frecciarossa, treno ad alta velocità per eccellenza che collega numerose località della penisola. Nel corso della conferenza stampa, tenutasi nel corso della giornata di giovedì 27 maggio, è stato illustrato il progetto dall’Amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia ossia Luigi Corradi, alla presenza della governatrice dell’Umbria Donatella Tesei e del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. A partire dal prossimo 13 giugno il convoglio fermerà anche ad Orte (alle 6.41) con arrivo previsto a Torino alle 11, dopo passaggi a Firenze, Bologna, Milano. Per il ritorno partenza da Milano Centrale alle 19.10, fermata ad Orte alle 22.20 e arrivo a Roma Termini alle 23.05.

“La fermata del Frecciarossa a Orte è il coronamento di una battaglia che ha visto Forza Italia in prima linea. Inoltre costituisce un’opportunità per Terni e per tutta l'Umbria del Sud. Per questo oggi è una data importante che apre una nuova fase per la mobilità e per i flussi di persone che hanno a che fare con il nostro territorio” afferma la capogruppo di Forza Italia Lucia Dominici. “Voglio ringraziare il nostro parlamentare Raffaele Nevi, per quanto ha fatto in questi anni, per coronare una richiesta che ai più sembrava impossibile. Il gruppo di Forza Italia ha sempre creduto in questa partita e si è attivato con tutte le sue energie, presentando fin dal dicembre del 2018 un atto di indirizzo che chiedeva la mobilitazione di tutte le istituzioni e di tutto il tessuto cittadino”.

Secondo Lucia Dominici: “Avere a pochissimi chilometri dalla nostra città la fermata del mezzo per eccellenza dell'alta velocità ferroviaria è sicuramente un beneficio sia per gli accessi turistici, sia per la mobilità dei ternani e di tutti coloro che hanno a che fare con una città sede di attività produttive che interessano tutta l'Europa. Terni, la città delle multinazionali, non può prescindere dalla vicinanza con l'alta velocità ferroviaria. Il gruppo consigliare di Forza Italia proseguirà nel suo impegno, affinché i deficit infrastrutturali che da troppi anni penalizzano l'Umbria del sud, siano quanto prima colmati. Ci riferiamo alla infrastrutturazione ferroviaria, stradale, digitale e sanitaria”. Infine la città: "Con i suoi 110 mila abitanti e le sue aziende strategiche per il paese, con i suoi attrattori turistici, come la Cascata delle Marmore, deve essere collegata al meglio con tutto il contesto nazionale ed europeo".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frecciarossa ad Orte. Dominici: “Opportunità per Terni e per tutta l'Umbria del sud”

TerniToday è in caricamento