rotate-mobile
Attualità

Frecciarossa, il treno alta velocità ferma a Terni: “Due passaggi giornalieri dopo la progressiva eliminazione dei Frecciargento”

L’assessore regionale ai trasporti Enrico Melasecche: “Trenitalia ha ordinato i convogli dall’azienda produttrice”

Un passaggio del testimone con benefici anche per la città di Terni. Il Frecciarossa, dopo l’apparizione risalente al mese di febbraio, approderà stabilmente lungo la linea ferroviaria Orte-Falconara. In pratica si assisterà ad un crescendo, sotto il profilo della rilevanza dei convogli e delle contestuali velocità raggiunte. Dal Frecciabianca all’attuale Frecciargento che diverrà Frecciarossa, probabilmente entro la fine dell’anno corrente, massimo primavera del 2025.

A tal proposito l’assessore regionale ai trasporti Enrico Melasecche, intervenuto alla nostra redazione di www.ternitoday.it, conferma: “Ho parlato con l’Amministratore delegato di Trenitalia. La tendenza generale è quella di eliminare progressivamente i Frecciargento per dare spazio ai Frecciarossa. I nuovi convogli sono stati ordinati da Trenitalia”. Una volta ultimati dall’azienda produttrice, potranno essere utilizzati ed entrare a sistema.

La tratta interessata: “L’attuale Frecciargento copre il tragitto da Roma a Ravenna, andata e ritorno. Il Frecciarossa invece proseguirà fino a Salerno. Sono previsti due passaggi giornalieri con le stazioni dell’Umbria di Terni, Spoleto e Foligno direttamente interessate”. Occorrerà dunque pazientare ancora qualche mese, per rivedere il treno ad alta velocità sulla linea ferroviaria. Ricordiamo che il tratto umbro potrà contare sul raddoppio della tratta compresa tra Spoleto-Campello sul Clitunno. La data di attivazione è prevista per il mese di novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frecciarossa, il treno alta velocità ferma a Terni: “Due passaggi giornalieri dopo la progressiva eliminazione dei Frecciargento”

TerniToday è in caricamento