Furti e pubblica sicurezza. Situazione a Terni: "La prostituzione crea un sistema criminogeno”

Audizione stamane del questore Roberto Massucci e del comandante della polizia municipale di Terni Gioconda Sassi

foto di repertorio

Si è svolta, stamattina, in seconda commissione un’audizione legata all'atto di indirizzo presentato da alcuni consiglieri comunali sull’ordine pubblico, in particolare per gli aspetti che riguardano la prostituzione. Il documento chiede il rispetto del decoro e della sicurezza cittadina ed a tal proposito la presidenza della commissione ha allargato la seduta alla situazione complessiva dell'ordine pubblico. 

Gli interventi di Massucci e Sassi

Sono intervenuti in audizione il questore Roberto Massucci ed il comandante della polizia municipale Gioconda Sassi. Il primo citato ha evidenziato alcuni aspetti preponderanti che riguardano il tessuto cittadino: “Sono in stretto contatto con l’assessore alla polizia municipale e con il comandante della polizia municipale di Terni. Sono quotidiani compagni di viaggio del lavoro che portiamo avanti.  
Il punto di partenza è una corretta analisi della situazione - ha affermato il questore - Ogni comunità ha le sue problematiche, dobbiamo partire dalle analisi dei dati, tenendo comunque conto della percezione della comunità.
Ordine pubblico in generale risente  di un indubbio riflesso di tipo economico che influisce anche sulle questioni occupazionali. Portiamo avanti il monitoraggio delle situazioni di disagio legate al lavoro, alle crisi occupazionali.
Sulle questioni criminali non ci sono fenomeni di crimine organizzato, può esserci la presenza di qualche soggetto ma non c’è una organizzazione territoriale. Si tratta di presenze dovute ai collegamenti con la capitale. 

Focus su criminalità diffusa: “Stiamo cercando di moltiplicare gli sforzi. Il tema non è tanto quello delle oggettive carenze di organico ma è quello di come ottimizzare gli impieghi. Sviluppare il controllo del territorio, con un lavoro sinergico con le altre forze di polizia. Uno dei fenomeni critici sono i furti in appartamento, un fenomeno che lede oltretutto la sfera della privacy delle persone colpite. C’è un calo molto significativo del 23% ma comunque occorre lavorare. 

Il controllo del territorio, si fa anche con una ristrutturazione in termini del decoro e di supporti tecnologici. Il decoro incide nei comportamenti delle persone, sia nel loro modo di comportarsi sia nel supporto che danno alle forze dell’ordine. Sui furti in appartamento è fondamentale la segnalazione dei cittadini. Le strutture tecnologiche danno supporto importante alle investigazioni. Territorio sotto controllo è quello che il sistema riesce a fare per tutelarsi. La prostituzione è un fenomeno molto limitato, riguarda poche unità. Più complessa la prostituzione in determinati luoghi dove crea un sistema criminogeno. Guardiamo con fiducia il futuro, a quello che possiamo fare. La situazione è nel metodo di lavoro che passa attraverso la condivisione istituzionale. Andando avanti in questa direzione daremo le risposte che i cittadini attendono".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comandante della Polizia Municipale Gioconda Sassi ha dichiarato: “La polizia municipale collabora con tutte le forze dell’ordine, anche sul tema della prostituzione. Ogni comunità ha una propria percezione del disagio. Anche l’accattonaggio è uno dei problemi della percezione del disagio. Si può agire su due aspetti: prevenzione e repressione. Sull’accattonaggio è stato fatto una modifica al regolamento, le ordinanze dei sindaci sono strumenti legali bordeline, meglio i regolamenti per dare strumenti a chi opera.  E’ questa la strada da seguire - ha chiosato - anche per la prostituzione". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento