menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto PalaTerni

foto PalaTerni

La Terni del ‘futuro’: l’area dello sport e dello Staino per la vitalità della città ed i flussi turistici

Approvato il Documento unico di programmazione. L’assessore Leonardo Bordoni: “Il documento traccia le linee programmatiche di questa amministrazione, alla luce di quanto fatto e di quanto resta da fare”

Venti voti favorevoli, quattro astenuti e due contrari. L’assemblea di Palazzo Spada, riunita da remoto, ha approvato il Documento unico di programmazione ovvero lo strumento che definisce le politiche e le strategie di governo della città. Complessivamente sono stati proposti ventinove emendamenti da parte dei gruppi consiliari all’interno di un percorso declinato in nove ambiti di intervento, a loro volta articolati in obiettivi strategici.

L’area dello sport e dello Staino per i flussi turistici

All’interno del Documento unico di programmazione emergono con forza due consistenti nuove aree di attestamento e di vitalità della città ossia quella dello Sport (area Stadio) e quella dello Staino. La prima fa riferimento alla zona dove sorgerà il PalaTerni ossia un palazzetto dello sport incardinato in un’area più vasta comprendente anche lo stadio Libero Liberati e le piscine. La seconda riguarda il progetto ciclopedonale che garantirà un collegamento con la Cascata delle Marmore, in un contesto davvero suggestivo.

L’assessore Leonardo Bordoni, ha dichiarato a tal proposito: “Il documento traccia le linee programmatiche di questa amministrazione, alla luce di quanto fatto in questi due anni e di quanto resta da fare nei prossimi tre. Abbiamo proceduto a una rivisitazione completa del Dup, depurazione di tutti gli elementi ordinari e lasciato solo gli obiettivi strategici e programmatici. 

Il documento - prosegue l'assessore - si caratterizza per l'importanza data all'università, non solo elemento di formazione ma elemento di sviluppo. Per il bilancio si esce dalla fase emergenziale del dissesto e si va ad una situazione ordinaria, ferme restando le problematiche permanenti del dissesto stesso e quelle sopraggiunte con l'emergenza Covid. Fondamentale anche il tema delle partecipate, FarmaciaTerni risanata, ora è la volta di Asm, con l’azzeramento del contenzioso del Comune.Sinergia con la Regione, data anche la vicinanza politica. Dal punto di vista urbanistico due aree di riqualificazione, come quella del Foro Boario con il palasport e vocabolo Staino come area di attestamento per i flussi turistici.

Il Pums - conclude Bordoni - entra nel 2020 nella fase operativa per programmare e indirizzare le azioni sulla mobilità cittadina, rivisitazione della viabilità ordinaria per renderla più fluida. Il tema della cultura quale elemento di attrattività della città, con il brand del Natale che già sta funzionando mentre prosegue l'investimento su quelli riguardanti il San Valentino e il Maggio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento