“Gesto vile che offende la nostra città di Terni”. La bagarre e la nuova corona commemorativa deposta

La condanna unanime da parte delle forze di minoranza e del sindaco Latini prima del gesto dell’Anpi che ha deposto la nuova corona di fiori dedicata ad Aspromonte Luzzi

foto corona ponte Garibaldi

Una nuova corona di fiori, in memoria di Aspromonte Luzzi, è stata deposta questa mattina a Ponte Garibaldi da parte dell’Anpi. Come è noto, tra la notte del 14 e 15 giugno, quella precedente era stata lanciata nel fiume Nera da ignoti. I consiglieri di minoranza di Senso Civico, Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e Terni Immagina, dopo aver scoperto quanto accaduto, avevano dichiarato a tal proposito: “Esprimiamo ferma condanna e rammarico per il gesto vile che offende la memoria della nostra città e i suoi sentimenti di libertà che la ispirano”.

Il sindaco Leonardo Latini, aveva condannato il gesto esprimendo: “Profondo rammarico e sconcerto per tutti gli atti di vandalismo e di violenza che purtroppo si ripetono con sempre maggiore frequenza, oltraggiosi della memoria di persone che si sono spese per la città e per l'Italia, lasciando un segno forte nella storia e nella memoria della patria”.

La corona era stata posta per ricordare il giovane ternano, deceduto per disinnescare le bombe con le quali i nazisti, nel 1944, volevano far saltare in aria ponte Garibaldi.

corona-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento