rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità

Eventi a Terni, Gianni Neri reinterpreta il ‘Califfo’ Franco Califano: “Inimitabile nella voce e nel modo di fare”

Al teatro Secci l’iniziativa ‘Canzoni e monologhi, tributo al Califfo’ a cura della Vocal Master. Sul palco oltre a Gianni Neri, sei musicisti professionisti e due ballerine

Una serata dedicata alla musica ed ai testi di Franco Califano. Martedì 7 dicembre (ore 21) l’appuntamento al teatro Secci con ‘Canzoni e monologhi, tributo al Califfo’ a cura della Vocal Master. Protagonista della serata Gianni Neri il quale salirà sul palco con sei musicisti professionisti ovvero Nicola Polidori alla batteria, Lino De Rosa al basso. Inoltre alla chitarra elettrica Stefano Profazi, alla chitarra acustica Marco Cataldi, al pianoforte Francesco Piantoni ed alle tastiere Diego Calcagno che è stato per due anni tastierista di Franco Califano. Impreziosiranno la serata le due ballerine Vanessa Valleriani e Virginia Gentili.

Tre anni dopo torna un evento che, nel 2018 al Gazzoli, ebbe notevole successo riscontrando altrettanti consensi. Una rimessa in scena con delle varianti, strutturali e visive, grazie alle dimensioni del Secci che può ospitare uno spazio maggiore di manovra. Novità ulteriore i due monologhi in più di Califano, riprodotti da Gianni Neri, sul palcoscenico nella duplice veste: “Al di là di nutrire una profonda passione artistica per il ‘Califfo’ lo ho apprezzato come uomo, nonostante non abbia condotto una vita in modo regolare” esordisce Gianni Neri alla nostra redazione di www.ternitoday.it presentando l’evento. “Lo apprezzo perché ci ha sempre messo la faccia. La profondità dei testi, la versatilità della scrittura, l’autoironia, il racconto di vita vissuta. Ha scritto testi per tantissimi artisti, poi reinterpretatati anche lui, come ad esempio Minuetto, Semo gente de Borgata, E la chiamano estate, Un grande amore e niente più”.

Un artista dalle mille sfaccettature: “Mi sono avvicinato molto presto a Califano. Ero affascinato dal personaggio, dal linguaggio che utilizzava e come sviluppava certe tematiche. Sia nell’ascoltarlo che cantarlo suscita delle belle sensazioni, tira fuori la mia parte artistica più interpretativa. Nelle scritture di Califano vedo tante verità assolute che condivido appieno. Su temi di vita vissuta, argomenti di strada”. Una ulteriore particolarità che connoterà la serata: “Racconterò alcuni aneddoti i quali lo hanno contraddistinto. Ad esempio sulla canzone Minuetto. Tutto ciò – afferma Neri – mi è stato enunciato da un suo strettissimo collaboratore. La musica era stata curata da Dario Baldan Bembo. Al momento di scrivere il brano tutti i compositori sono stati bocciati da Mia Martini. Nessuno aveva azzeccato il testo che alla fine è stato affidato a Califano”.

Scelta della scaletta: “Non ho dato una sequenza logica poiché il tutto è stato concertato in base al mood musicale dei singoli brani. Lo spettacolo non deve mai perdere di attenzione. Ho intervallato tracce e monologhi scelti tra più di cento scritture di Califano, selezionandone sei tra i più simpatici e riflessivi. Riprodurrò fedelmente le scritture di Califano senza alcun tipo di variazione. Non vado a scimmiottarlo, le proporrò a modo mio, una personale reinterpretazione. Anche perché – tiene a precisare Gianni Neri – è stato inimitabile nella voce e nel modo di fare. Tale progetto è stato accolto con favore anche dai club e gruppi facebook a lui dedicati. Verranno anche da Roma per assistere al concerto”. Un motivo in più esserci: “Una serata fatta da contenuti musicali e letterali. Spettacolo impostato come show televisivo anche a livello di luci”. L’evento coinvolgerà tecnici, personale di servizio, professionisti del settore tutti ternani con Marina Neri (responsabile di produzione) e Veronica Neri (responsabile della comunicazione) a completare la squadra.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi a Terni, Gianni Neri reinterpreta il ‘Califfo’ Franco Califano: “Inimitabile nella voce e nel modo di fare”

TerniToday è in caricamento