rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità Piazza delle Arti

Da giardino pensile a luogo del degrado, un viaggio nel cuore del quartiere Battisti

Le segnalazioni dei residenti e lo stato di abbandono sempre più palpabile. Lo stagno ridotto ad una pozza maleodorante tra erbacce ed immondizia

Una pozza maleodorante a cielo aperto. Si presenta così il giardino pensile di piazza delle Arti, nel cuore della città di Terni. Realizzato nel 2006 ed intitolato a Rosanna Tenani Ardini, si estende su una superficie di 640 metri quadri. A distanza di oltre dodici anni però il degrado e lo stato di abbandono sono sempre più palpabili.

Oggi come in passato, se ne sono occupati i residenti, infervorando il dibattito politico. Lo sottolineò infatti l’attuale assessore Marco Cecconi, nel 2016, in un suo intervento riguardante il quartiere Battisti: ”Un giardino realizzato con un bellissimo roseto, uno stagno con ninfee e essenze arboree particolari, oggi ridotto in condizioni pietose”.

Da allora, la situazione non è affatto migliorata. Anzi. Lo stagno è ridotto ad una pozza maleodorante, erbacce ed immondizia imperversano davanti agli occhi dei piccoli della scuola primaria. A seguito delle segnalazioni giunte alla nostra redazione, abbiamo fatto un giro fotografico documentando come si presenta al momento.

Giardino centro Terni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da giardino pensile a luogo del degrado, un viaggio nel cuore del quartiere Battisti

TerniToday è in caricamento