Attualità

Il Commissario Gino Mazzitelli va in pensione: “La polizia dovrà fare a meno di uno dei suoi appartenenti più rappresentativi”

Una lunga carriera fatta di sacrifici ma anche di enormi soddisfazioni. Lo scorso anno ha ricevuto i gradi da Commissario della polizia di stato e la nomina di Vice capo di gabinetto della Questura

foto polizia di stato

Trentasei anni di servizio per il Commissario Gino Mazzitelli che, dal prossimo 1 giugno, andrà in pensione per raggiunti limiti di età. La polizia di stato dovrà dunque fare a meno, di uno dei suoi appartenenti più rappresentativi. Il classe 1961, nel corso della mattinata di lunedì 31 maggio, è stato ricevuto dal questore Bruno Failla che lo ha ringraziato per il suo impegno e per il suo alto senso del dovere, mai venuti meno in tutto questo tempo, auspicando che rimanga sempre vicino alla grande famiglia della polizia di stato.

La carriera di Mazzitelli

‘Figlio d’arte’ da piccolo ha frequentato gli ambienti della questura ternana nel palazzo del Governo di piazza Tacito, insieme al padre in servizio alla squadra mobile. Nel 1985 entrò nella Polizia di stato, presso la Scuola allievi agenti di Vibo Valentia. Dopo alcuni anni di servizio fra Roma e Milano, nel 1989 tornò a Terni la sua città natale, e venne assegnato alla Digos dove resterà fino al giorno della pensione, occupandosi, oltre all’attività info-investigativa di carattere politico, anche della tifoseria rossoverde.

Una lunga carriera fatta di sacrifici ma anche di enormi soddisfazioni. Nel corso del 2020 ha infatti ricevuto i gradi da Commissario della polizia di stato e la nomina di Vice Capo di Gabinetto della Questura di Terni. Al commissario Mazzitelli vanno i migliori auguri da parte di tutti i suoi colleghi e di Bruno Failla. Il Questore lo ha infatti ringraziato per il suo impegno e per il suo alto senso del dovere, mai venuti meno in tutto questo tempo, auspicando che rimanga sempre vicino alla grande famiglia della polizia di stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Commissario Gino Mazzitelli va in pensione: “La polizia dovrà fare a meno di uno dei suoi appartenenti più rappresentativi”

TerniToday è in caricamento