“Acqua è vita”, ecco le dieci regole per non sprecare il prezioso oro blu

Domani si celebra la Giornata mondiale dell’acqua, il concorso del Servizio idrico integrato di Terni per le scuole elementari. E il vademecum per evitare sperperi e risparmiare sulla bolletta

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, in programma domani, 22 marzo, il Servizio idrico lancia il progetto “Acqua è vita” nelle scuole. L’evento, promosso dal Servizio idrico integrato di Terni in collaborazione con l’agenzia Madè Eventi, ha come scopo quello di attivare una campagna di sensibilizzazione fra studenti e studentesse delle scuole elementari sul valore e l’uso corretto dell’acqua.

Gli studenti e le studentesse hanno risposto in massa con un’adesione ad “Acqua è vita” che è andata anche oltre le aspettative. Sono infatti 761 le richieste pervenute da moltissime scuole di Terni e provincia per partecipare al concorso che mette in palio duemila euro complessivi per due sezioni (fotografia e disegno) ciascuna delle quali prevede tre premi. Al primo 500 euro, al secondo 300, al terzo 200.

Ma nella Giornata mondiale dell’acqua è utile anche ricordare alcuni semplici accorgimenti da mettere in pratica ogni giorno per risparmiarla e garantirne, in senso ampio, una riserva anche a chi ne ha di meno. Ecco le 10 regole d’oro:

Chiudi sempre bene i rubinetti: non è vero che una gocciolina “che sarà mail!”. Anche una sola goccia per minuti e ore significa un grande spreco di acqua.

Chiudi sempre il rubinetto mentre ti insaponi (i denti, le mani, i capelli).

Per sciacquare i denti, utilizza un bicchiere e non l’acqua corrente.

Fai la doccia invece del bagno.

Non aprire i rubinetti alla massima potenza.

Usa lo scarico dell’acqua più piccolo quando fai la pipì.

Non tirare lo scarico di notte, se fai la pipì.

Se possibile, utilizza la lavastoviglie invece di lavare i piatti (il consumo di acqua è più efficiente con la lavastoviglie).

Se devi lavare qualcosa (per es. frutta, piatti), utilizza una bacinella e non l’acqua corrente.

Non tenere i rubinetti aperti per far diventare fredda l’acqua: meglio mettere qualche bottiglia di acqua in frigo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento