rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Giovane ternano apre nuova attività nel Regno Unito: “Una grande conquista. Realizzo un sogno che cullavo da tempo”

Il racconto di Riccardo Freguglia che inaugurerà il prossimo martedì 18 gennaio un Coffee 'n Bites presso Sudbury Town station di Wembley

Un’avventura all’estero iniziata dodici anni fa, culminata con la realizzazione di un sogno. Martedì 18 gennaio, presso Sudbury Town station di Wembley, il giovane ternano Riccardo Freguglia inaugurerà un’attività tutta sua ossia un Coffee 'n Bites. La decisione di emigrare nel Regno Unito, all’età di 23 anni, gli studi per imparare la lingua e l’università, fino alle prime esperienze lavorative. “Ho provato ad iniziare una carriera da commercialista ma, dopo un paio di anni, mi sono stancato dell’ambiente e ho deciso di cambiare completamente lavoro. Ho maturato esperienze pregresse in ambito del settore della ristorazione. Ora sono pronto per cominciare questa nuova avventura”.

Dall’emergenza sanitaria alla decisione di rientrare temporaneamente a Terni: “Per circa sei mesi. Tuttavia, dopo dieci anni vissuti a Londra, la città mi stava un po' stretta. Sono cambiato profondamente, oltre che maturato. Da un punto di vista lavorativo l’ambiente è molto professionale, sotto certi punti di vista frenetico. Una volta tornato ho avuto l’opportunità di entrare in un’azienda e ricoprire l’incarico di data entry. Non mi entusiasmava tutto ciò e lo stipendio era più basso, rispetto a quello che avrei potuto guadagnare facendo anche un lavoro più semplice, in Inghilterra. Pertanto mi sono fatto due conti in tasca e deciso di riprovare”. Un compromesso da mettere in preventivo: “Mi mancano gli amici, la famiglia, il cibo, la natura delle colline ternane. Un paesaggio che in Gran Bretagna non si trova.”

La svolta per Riccardo è arrivata quasi per caso: “Una volta riapprodato a Londra ho conosciuto un ragazzo che gestiva da solo una caffetteria, dopo aver preso un finanziamento da una banca. Dal nulla è partito con questa attività che gli fruttava un bel ritorno a fine mese. Così ho pensato. Perché non provarci? È una bella idea, è possibile gestire una piccola attività prendendo anche un finanziamento, in modo piuttosto semplice”.

In prossimità del debutto: “Viene stimato che nella Sudbury Town station di Wembley transitano circa 1.6 milioni di persone l’anno. Insomma spero che il Coffee 'n Bites ne possa attrarre diverse, in una location sicuramente strategica, e ricavare un bel profitto. Mi occuperò di offrire una caffetteria molto semplice aggiungendo colazioni, torte e panini. Quest’ultimo anno l’ho dedicato prettamente alla cura del locale, incontrando dei professionisti che mi hanno insegnato a lavorare con il caffè, facendo coffee art. Per il primo periodo sarò da solo in questa nuova avventura. Se l’attività andrà bene e avrò bisogno di un aito troverò un’altra persona”.

Come stai vivendo questa fase così particolare: “Ho sempre continuato a lavorare. In Inghilterra la situazione pandemica non è così allarmante, da parte dei media. Il Governo ha fatto qualche lockdown comunque molto più tranquilli, a mio avviso. La nazione della Gran Bretagna non si è mai fermata. L’economia è sempre andata avanti. Non ho mai avuto nessun problema economico e la metropoli non mi ha lasciato a piedi. Vivo a cinque minuti di bicicletta dalla stazione e, nel periodo antecedente all’inaugurazione, ho utilizzato una bici elettrica per svolgere un’attività di delivery”.

Il significato di debuttare con una propria creatura: “E’ la prima volta. Volevo aprire una pizzeria solo che, per varie incomprensioni, non ci sono riuscito. Realizzo un sogno – conclude Riccardo – una soddisfazione personale. Avere una propria attività è sicuramente una conquista, liberandosi dal peso di lavorare per qualcuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane ternano apre nuova attività nel Regno Unito: “Una grande conquista. Realizzo un sogno che cullavo da tempo”

TerniToday è in caricamento