Giovedì grasso, le antiche e nuove tradizioni ternane tra divertimento e golosità

Si celebrano gli ultimi giorni del Carnevale la festa più amata soprattutto dai più piccoli. Oggi l’atteso ‘giovedì grasso’

foto di repertorio

Da un’antica medievale cattolica nasce il Carnevale, espressione nozionistica derivante da ‘Carne levare’. Si è così ereditata la consuetudine di non mangiare carne, dal primo giorno di quaresima il cosiddetto mercoledì delle Ceneri, successivo appunto all’ultimo giorno della festa più colorata ed attesa soprattutto dai bambini. 

Giovedì grasso: buon mangiare e divertimento

Sono i bimbi protagonisti assoluti del ‘Giovedì grasso’. È ormai noto l’appuntamento a piazza dei Bambini e delle bambine (Solferino ndr), davanti la celebre balena, dove centinaia di piccoli si ritrovano mascherati, muniti di coriandoli e stelle filanti. Oggi ma anche nei giorni seguenti fino - naturalmente - a martedì grasso ossia l’ultimo giorno del Carnevale, trascorreranno bei momenti in allegria e spensieratezza. Ci sono poi le iniziative organizzate nelle strutture private adibite per l’occasione e gli eventi della movida ternana, concentranti proprio in questi giorni. Inoltre le manifestazioni che alcuni comuni limitrofi hanno organizzato soprattutto nella giornata di domenica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frappe, ravioli dolci e castagnole

I dolci tipici della tradizione ternana tramandati di generazione in generazione. Un sapore unico che accomuna frappe, ravioli dolci e castagnole dove gusto e golosità si celebrano all’unisono. Indichiamo gli ingredienti principali per preparare tali leccornie, partendo dalle castagnole dove occorrono uova, zucchero, olio, limone ed arancio grattugiati, una bustina di lievito, mistrà ed infine per la guarnizione miele o zucchero a velo ed alchermes. Passiamo alle frappe: farina, lievito in polvere, uova, limone grattugiato, un pizzico di sale, burro, zucchero ed infine miele, zucchero a velo ed alchermes per guarnire. Infine i ravioli dolci tra uova, farina, limone, zucchero, olio, ricotta, cannella ed alchermes. Buon appetito e buon giovedì grasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento