‘Giranno pe’ Terni’: il reportage fotografico della giornata della ‘Liberazione’

Il 25 aprile vissuto dai ternani: lunghi silenzi tra le vie e le strade del centro e semiperiferia. Strade praticamente vuote ovunque

foto Terni centro

Ormai è un refrain che si ripete da quasi due mesi. A causa dell’emergenza sanitaria in atto la stragrande maggioranza degli italiani sono confinati nelle proprie abitazioni. Anche ieri, sabato 25 aprile, non si sono verificate significative differenze, anzi: la popolazione ternana ha resistito alla tentazione di una giornata soleggiata e primaverile. Strade praticamente deserte, silenzio assordante in tutto il centro cittadino per una giornata di festa purtroppo non vissuta appieno. La novità di ieri è rappresentata dalle bandiere dell’Italia e dall’Unione Europea esposte a Palazzo Spada. All'interno della galleria fotografia un bel lenzuolo dedicato "Ai fratelli cinesi, cubani, albanesi", la curiosità di aver trovato esposta una bandiera della Città del Vaticano ed altri piccoli spaccati ternani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento