rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Attualità

Giro d’Italia, il ritorno a Terni è solo rimandato dopo quasi trent’anni di assenza: lo scenario

La corsa rosa potrebbe tornare in città già dal prossimo 2023 o più tardi nel 2024. L’annuncio nel corso della conferenza stampa dedicata alla Tirreno Adriatico

Il Giro d’Italia tornerà a Terni. Un punto di partenza che equivale ad una prima buona notizia. Nel corso della conferenza stampa dedicata alla Tirreno Adriatico, il referente Rcs Federico Manni ha fatto il punto della situazione sulla corsa rosa: “La candidatura era stata avanzata nel 2019 sul 2022. Purtroppo però il Covid ha stravolto anche la parte organizzativa. Erano state concordate tre frazioni in Ungheria, da far svolgere nel 2020 poi saltate, come avvenuto nell’anno seguente. Pertanto la trasferta è stata calendarizzata per questa edizione. Partendo dall’estero e cercando di ricalcare la storia del Giro, di solito si comincia dal sud Italia ed è necessario rivedere alcune scelte”.

Come è noto il Giro d’Italia 2022 non attraverserà la regione Umbria, proprio per i motivi spiegati da Federico Manni: “Stiamo lavorando per riportarlo in città a partire dal 2023, se il Comune ci darà l’ok. Altrimenti sarà per il 2024”. A tal proposito Elena Proietti ha aggiunto: “L’ok del Comune c’è già”.

A questo punto manca l’ultimo e definitivo, quanto fondamentale, via libera da parte di Rcs Sport. Risale al maggio 1995 l’ultimo arrivo in città del Giro d’Italia, poi vinto dallo svizzero Tony Rominger. In attesa della corsa rosa intanto un bell’antipastone tutto da gustare con la Tirreno-Adriatico. Per la ‘Due Mari’ un arrivo a Terni – mercoledì 9 marzo – e la successiva partenza dalla cascata delle Marmore, il giorno seguente.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d’Italia, il ritorno a Terni è solo rimandato dopo quasi trent’anni di assenza: lo scenario

TerniToday è in caricamento