rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Attualità

Terni, Giovanni Maggi: “Procedura complessa per l’emergenza abitativa”. Nessuna esclusione per condanne penali

L’assessore ricostruisce i passaggi che hanno portato alla compilazione della graduatoria

Sette domande ammesse, su quarantadue presentate. L’assessore preposto Giovanni Maggi commenta la procedura che ha portato alla compilazione della graduatoria dedicata all’emergenza abitativa: “Durante la prima seduta del 24 ottobre tutti i membri della commissione per le assegnazioni hanno ritenuto opportuno esaminare solo le domande i cui richiedenti possedevano i requisiti soggettivi per l’accesso all’ERS, tenuto conto che le assegnazioni in emergenza abitativa sono provvisorie e possono essere trasformate in definitive solo per coloro che risultano in possesso dei requisiti soggettivi e previa partecipazione al bando generale per le assegnazioni degli alloggi, che sarebbe andato in pubblicazione entro ottobre”.

La ricostruzione: “Rivalutata la possibilità di poter accogliere le istanze presentate, anche nel caso in cui i beneficiari non fossero in possesso dei requisiti per l’assegnazione la presidente della commissione l'8 novembre ha ritenuto necessario convocare una nuova seduta per il 14 novembre, per una più approfondita disamina di tutte le domande di emergenza abitativa complete, verificando la presenza delle condizioni di emergenza e la presenza o meno dei requisiti per l’accesso all’ERS. All’esito dell’esame, sono risultate nella graduatoria delle domande ammesse sette istanze. Le domande presentate al protocollo dell’ente sono state quarantadue. La procedura è stata particolarmente complessa e si ringraziano gli uffici per l’impegno profuso considerata anche la concomitanza del bando che andrà in scadenza il prossimo 29 dicembre”.

Nessuna istanza è stata esclusa in merito alla mancanza dei requisiti di cui all’art. 29 L.R. 23/2003, compreso il caso della presenza di condanne penali. Tutte le assegnazioni in emergenza sono effettuate a titolo provvisorio per la durata dello stato di bisogno e, comunque, per un periodo non superiore a due anni. Gli ammessi saranno contattati direttamente dagli uffici per i successivi adempimenti mentre i soggetti non ammessi riceveranno una comunicazione scritta con i motivi. Contro l'esclusione è possibile presentare ricorso. In ogni caso i soggetti interessati possono presentare all’Amministrazione Comunale eventuali osservazioni inerenti alla procedura. 

Gli alloggi riservati all’emergenza abitativa che non saranno assegnati con la presente procedura, saranno assegnati all’esito del bando E.R.S. in corso di pubblicazione.  Per informazioni è possibile inviare una mail a:  direzionewelfare@comune.terni.it 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Giovanni Maggi: “Procedura complessa per l’emergenza abitativa”. Nessuna esclusione per condanne penali

TerniToday è in caricamento