Guardea, il sindaco Lattanzi: "Siamo covid-free" e denuncia il caos dei tamponi

Su un post pubblicato dalla sua pagina personale di Facebook, il sindaco di Guardea Giampiero Lattanzi smentisce i dati registrati dal bollettino regionale e denuncia la gestione caotica dei tamponi: "A Guardea siamo ancora covid-free".

Il sindaco di Guardea, Giampiero Lattanzi, non ci sta e, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook rivendica per il suo paese lo status di "covid-free". "Oggi, domenica 6 settembre 2020, il sindaco in prima mattinata è stato avvisato telefonicamente da un dirigente medico dell’Asl per l’ emissione di un’ ordinanza contumaciale a carico di un soggetto risultato positivo (!) ieri al test covid-19".

Secondo quanto appreso da Lattanzi, il tampone era stato eseguito perché il soggetto interessato sie era già sottoposto, per motivi personali, a un test sierologico che aveva evidenziato l'attivazione di anticorpi.

"La persona e i familiari - osserva il sindaco di Guardea - sono stati immediatamente contattati dal sindaco che ha personalmente constatato come tutti stessero bene e non presentassero sintomi. Lo stesso soggetto interessato, appena avvertito della presunta positività, si è attivato non solo per ricostruire i contatti ma per avvisarli direttamente del suo stato".

Ecco, allora, che gli uffici comunali, anche se durante una giornata festiva, hanno provveduto a redigere l'ordinanza di dimora contumaciale ed erano pronti a notificarla in attesa di una comunicazione ufficiale. "Ma, colpo di scena, alle ore 14.00 circa lo stesso soggetto riceve via mail - racconta Lattanzi - avvisando immediatamente il sindaco, la risposta al tampone effettuato ieri: negativo. Nel frattempo la stampa viene informata del contrario e scrive ai quattro venti che a Guardea c’è un caso di positività".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un fatto che, a detta di Lattanzi, dovrà essere chiarito nelle sedi opportune: "Il comune di Guardea - dichiara il sindaco - agirà in ogni sede a tutela e per appurare lo svolgimento dei fatti oltre, naturalmente, ad aver già presentato le scuse formali del sottoscritto alla famiglia per l’increscioso accaduto anche se non a lui dovuto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Coraggio e senso di appartenenza, due giovani aprono una nuova attività. Primissima volta a Terni: “Grande orgoglio”

  • Incidente sul raccordo, mezzo pesante si ribalta e viene tamponato: autotrasportatore in rianimazione

  • Turismo, Terni fa il pieno e incassa l’oscar di Volagratis: è la prima tra le dieci mete emergenti del 2020

  • Referendum, un plebiscito per il “sì”: i risultati definitivi comune per comune

  • Mercatino di Natale a Terni. Cambia la location dopo le polemiche dello scorso anno: “Via libera a 60 mila euro per gli eventi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento