rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Attualità

"Guerra" dei libri a lieto fine, i librai: un atto di fede

L'avvocato Longarini: non abbiamo garanzie giuridiche ma non vogliamo danneggiare i bambini ternani e le loro famiglie

Tutto e bene quel che finisce bene ma la prudenza non è mai troppa. Il nuovo anno scolastico inizierà senza intoppi, almeno per quanto riguarda la fornitura dei libri della scuola primaria, ma per i rappresentanti dei librai ternani si è trattato di "un atto di fede" nei confronti della nuova amministrazione.  

“Data l’impossibilità di avere un impegno scritto da parte del sindaco e dell’assessore Alessandrini - commenta dopo l'incontro con l'amministrazione l'avvocato Massimo Longarini, legale dei librai - abbiamo recepito le dichiarazioni del sindaco Latini dei giorni scorsi, in particolare il video postato il 23 agosto sul sito istituzionale del Comune e le sue parole durante l'incontro come un vero e proprio impegno morale e politico. Con questo atto di fede nei confronti delle parole del sindaco, pur in mancanza di una adeguata garanzia giuridica e pur già esposti per l’anno 2017, procederemo con il nostro gravoso impegno finanziario per l’approvvigionamento dei libri, anche perché l’inizio della scuola si avvicina ed è comunque nostra intenzione non danneggiare i bambini e le famiglie ternane. Tale impegno è stato assunto anche perché ci è stato assicurato che dallo stesso ha principio un percorso che il Comune di Ternio ha condiviso, finalizzato alla individuazione e predisposizione di uno strumento che consenta una più celere e certa liquidazione delle spese anticipate dai librai per l'acquisto dei libri di testo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Guerra" dei libri a lieto fine, i librai: un atto di fede

TerniToday è in caricamento