I 4 School, dialogo e confronto con giovani genitori ed insegnanti del territorio ternano

Il progetto è stato presentato stamattina in Prefettura ed illustrato dall’assessore Valeria Alessandrini.Prevenire ed informare i ragazzi su pericoli e rischi che la realtà produce

progetto scuole

I 4 School ovvero "Ama la tua città" con protagonisti i giovani del territorio ternano. Nel corso della mattinata odierna è stato presentato un progetto rivolto agli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Fautrice l’assessore alla scuola Valeria Alessandrini all’interno di un incontro al quale hanno partecipato il Prefetto Paolo De Biagi, il Questore Antonino Messineo, Claudia Di Persio dirigente della Divisione di polizia amministrativa, sociale e dell’immigrazione ed Alessandra Ortenzi, al vertice della Divisione anticrimine.

DSC04159-2

“Aiutare i giovani ad essere consapevoli dei rischi, proteggerli da se stessi su tematiche quali legalità e sicurezza. Nello specifico dipendenza da alcol, sostanze stupefacenti, violenze più frequenti. Una rete di protezione e tutela – sottolinea Paolo De Biagi – per conoscere i rischi che la realtà produce”. Ama la tua città:”Potrebbe essere riprodotto anche in futuro qualora troveremo dei riscontri positivi. Tre i pilastri a cui è rivolto ossia genitori, ragazzi ed insegnanti per affermare il principio di legalità” Ha dichiarato Antonino Messineo. Parola a Valeria Alessandrini che ha specificato come “La prevenzione sia un aspetto preponderante. L’idea nasce da ‘Scuole sicure’ di Matteo Salvini con adesione massima da parte di tutti gli istituti scolastici superiori. La necessità di parlare, confrontarsi su queste tematiche è palpabile quanto difficile, ecco perchè ci avvarremmo di professionisti del settore. Non posso accettare – afferma l’assessore – che all’interno delle scuole possano girare sostanze stupefacenti”.“L’obiettivo” – sostiene Claudia De Persio –“Non si limita a sviluppare delle mere conferenze, incontri o seminari. Ci troviamo in una situazione dove i ragazzi non parlano delle proprie problematiche, a scuola come in famiglia. I giovani ora si ritrovano tanti utenti (riferendosi al mondo dei social network ndr) ma pochi amici reali con i quali confrontarsi”. “Istaurare un rapporto di reciproca fiducia, dialogo ed autoconsapevolezza” ha aggiunto Alessandra Ortenzi. L'iniziativa non prevede degli investimenti, sarà attuata grazie alla collaborazione delle forze dell'ordine e dei professionisti chiamati in causa 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Travolta e uccisa da un'auto mentre porta a spasso il cane

  • Politica

    Comune di Terni, Leonardo Latini:"Totale condivisione delle scelte fin qui adottate"

  • Attualità

    Piste ciclabili, a Terni non va di moda la mobilità alternativa: interi quartieri dimenticati

  • Attualità

    La rotatoria di Gabelletta vede la luce: lavori in fase di completamento

I più letti della settimana

  • Cospea 2, come presentare il curriculum per il nuovo centro commerciale

  • Nazionale cantanti a Terni, ecco gli artisti attesi al Libero Liberati

  • Esce di casa per buttare la spazzatura e viene aggredita: indagano i carabinieri

  • Ternana in vendita, ecco quanto vale la società rossoverde

  • Sara Tommasi lancia l’appello alla Rai: “Voglio partecipare a un nuovo reality”

  • Incidente in strada di Collescipoli, due donne trasportate all'ospedale di Terni

Torna su
TerniToday è in caricamento