Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Il Consorzio di bonifica Tevere-Nera più vivo che mai, cerca una nuova sede da acquistare. Pubblicata la manifestazione di interesse

Secondo il presidente, Massimo Manni, c'è bisogno di “dotare il Consorzio di Bonifica di una struttura più aderente alle mutate esigenze sia logistiche che tecnico- amministrative e con la volontà di dare seguito e coerenza al rinnovato ruolo chiave ormai assunto dal Consorzio in materia di gestione e assetto del territorio”.

Il Consorzio di Bonifica Tevere-Nera cerca una nuova "casa". Proprio in questi ultimi giorni ha avviato un’indagine per "verificare la presenza sul mercato di immobili in grado di essere adibiti a sede degli uffici". L'iniziativa e la necessità di cambiare sede operativa, è scaturita a seguito dell'ultimo consiglio di amministrazione del 16 giugno scorso, durante il quale è stato deliberato l'avvio dell'iter procedurale per la valutazione di un nuovo immobile.

Secondo il presidente, Massimo Manni, c'è bisogno di “dotare il Consorzio di Bonifica di una struttura più aderente alle mutate esigenze sia logistiche che tecnico- amministrative e con la volontà di dare seguito e coerenza al rinnovato ruolo chiave ormai assunto dal Consorzio in materia di gestione e assetto del territorio”.

La manifestazione di interesse, sottolineano dal consorzio, invita gli eventuali soggetti interessati ad inviare la propria manifestazione, “alle condizioni e modalità previste nella presente indagine”, affinché il consorzio possa valutare ed, eventualmente, selezionare quella più consona alle proprie esigenze. La proposta - prosegue la nota dell'ente - deve provenire dal titolare del diritto di proprietà dell’immobile o, congiuntamente, da tutti i contitolari del diritto di proprietà dello stesso, nonché, congiuntamente al primo o ai primi, dal titolare o dai titolari di eventuali diritti reali sull'immobile che siano oggetto della proposta". 

Si precisa, inoltre, che l’invio della manifestazione non comporta l’assunzione di nessun obbligo di acquisizione, né l’attribuzione di alcun diritto o pretesa del concorrente, in ordine all’eventuale acquisto.Le caratteristiche dell'immobile

Le caratteristiche dell'immobile

L'immobile, fanno sapere dal consorzio, dovrà rispondere ai seguenti requisiti stabiliti: "Complesso immobiliare autonomo o porzione compatta e continua di complesso immobiliare, dotato di autonomia funzionale e avente destinazione d’uso ad uffici; anno di costruzione, di eventuale restauro, risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia conforme alle vigenti normative;  ubicazione: territorio del comune di Terni entro 3/5 km dal centro città; superficie coperta minima: circa mq  700; posti macchina: circa  30; impianto autonomo di climatizzazione o di riscaldamento/raffrescamento; nel caso di distribuzione su due livelli devono essere presenti impianti elevatori in numero adeguato ai flussi di traffico dei dipendenti, del pubblico, della tipologia dell’edificio; impianti cablati fonia-dati in tutti i vani adibiti a uffici e nella porzione adibita ad archivi-magazzini-depositi e laboratori. l’immobile deve possedere completa conformità alla disciplina vigente in materia edilizia ed urbanistica, igienico-sanitaria, di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, di prevenzione incendi, di abbattimento delle barriere architettoniche, rispetto alle destinazioni previste".

Inoltre, sulla scelta della struttura, influiranno: la facilità di raggiungere l'Immobile dalle principali vie di comunicazione cittadine; la disponibilità nelle immediate vicinanze di un congruo numero di parcheggi pubblici o ad uso pubblico; la razionalità nella distribuzione interna dei locali in considerazione della disposizione in openspace e lo stato di conservazione dell’edificio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consorzio di bonifica Tevere-Nera più vivo che mai, cerca una nuova sede da acquistare. Pubblicata la manifestazione di interesse

TerniToday è in caricamento