'Il mio diario' nel segno della legalità

Evento della Polizia di Stato in tutta Italia per avvicinare i giovani ai temi del rispetto e dei valori della giustizia. A Terni in piazza 1.200 bambini

La Polizia di Stato, anche per l’anno scolastico 2019/2020 ha rinnovato l'agenda scolastica "Il mio diario", quale strumento per avvicinare i giovani studenti delle scuole primarie alla cultura della legalità, nella convinzione che sia fondamentale educare al rispetto delle regole per una pacifica convivenza e trasmettere i valori della nostra Costituzione.

Il diario, giunto alla 6^ edizione, attraverso i super eroi a fumetti Vis e Musa e con il contributo di Geronimo Stilton, il topo giornalista più amato dai bambini di tutto il mondo, affronta i temi della salute, dello sport, dell’ambiente, dell’integrazione sociale, dell’educazione stradale, dell’utilizzo di internet e dei social, ma anche i fenomeni di devianza più vicini ai ragazzi di quell’età, come il bullismo e il cyberbullismo.

Il progetto è realizzato in collaborazione con il MIUR ed è sostenuto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e dal PON “Legalità” per le regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Quest’anno, infatti, si è aggiunta la collaborazione del PON “Legalità” che ha partecipato arricchendo i contenuti dell’agenda con la presentazione di alcuni interventi finanziati dal Programma a cofinanziamento europeo gestito dal Ministero dell’Interno nelle regioni cosiddette “meno sviluppate”.

L’agenda scolastica verrà assegnata agli studenti delle classi 3^ e future 4^, degli Istituti primari e quest’anno sarà distribuita in 20 province: Ascoli Piceno, Avellino, Cagliari, Campobasso, Catanzaro, Foggia, Grosseto, La Spezia, Matera, Padova, Pescara, Piacenza, Pordenone, Sondrio, Terni, Trapani, Trento, Verbano Cusio Ossola, Vibo Valentia e Viterbo.

La cerimonia di presentazione si è tenuta presso l’Istituto Comprensivo “da Feltre – Zingarelli” di Foggia, alla quale ha partecipato il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, il quale ha consegnato il diario ad una folta rappresentanza di studenti. Madrina dell’evento la presentatrice Ingrid Muccitelli.

A Terni, questa mattina in Piazza della Repubblica, è stato organizzato dalla Questura un evento che ha visto la partecipazione complessiva di 1.200 bambini.

 Alla presenza dell’Assessore alla Scuola del Comune di Terni, Valeria Alessandrini, il Vice Questore Vicario, il dr. Luca Sarcoli, ha salutato i ragazzi e i loro insegnanti a nome del Questore Messineo ed ha illustrato le finalità del progetto della Polizia di Stato.

Il diario è stato consegnato da Vis e Musa in persona, due bambini di 11 anni che hanno vestito i panni degli amati personaggi dei fumetti e, che hanno spiegato ai loro coetanei il loro compito e i valori in cui credono, attraverso dialoghi ispirati ai contenuti del diario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla consegna del diario è seguito un momento di spettacolo con la rappresentazione del musical “La Spada nella Roccia”, da parte degli alunni delle elementari del laboratorio teatrale “Royal Academy” di Terni; al termine della manifestazione, sono stati consegnati dei diplomi a ricordo dell’iniziativa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento