rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

Il trionfo di Eleonora campionessa a L'Eredità: “Travolta dall’affetto. Unico rammarico aver dimezzato il montepremi”

La concorrente di Terni ha recentemente vinto 26250 euro in gettoni d’oro, ma non è la prima volta che si aggiudica una somma di denaro ad un quiz “Un’esperienza intensissima ed entusiasmante”

“Sono stata travolta dall’affetto di colleghi, amici, parenti, alunni e genitori”. Un sorriso che contagia quello di Eleonora Pellegrini, recente vincitrice della ghigliottina all’Eredità. La concorrente di Terni ha vinto 26250 euro al quiz in onda su Rai 1, seguitissimo da milioni di italiani, intenti ad indovinare la parola esatta, poco prima del Tg1. Alla nostra redazione di www.ternitoday.it Eleonora racconta le emozioni vissute nel corso delle sette puntate a cui ha partecipato, e il rapporto con gli altri concorrenti, in particolar modo Riccardo e Joselito.

La passione per i quiz: “Mi è sempre piaciuto questo tipo di giochi. Vent’anni fa – esordisce – ho partecipato alla prima edizione dell’Eredità, ma senza arrivare al gioco finale. Qualche anno dopo sono riuscita ad entrare nella fase preliminare di ‘Chi vuol essere milionario?’, ma anche lì senza accedere al gioco vero e proprio. Così lo scorso anno, ho visto il numero e ho chiamato. Ho sostenuto un lungo provino di cultura generale e un colloquio personale, prima di ricevere la convocazione tanto attesa, ai primi di gennaio. Volevo provare il gusto di giocare ma nutrivo anche la speranza di vincere, pur sapendo quante variabili avrebbero potuto impedirmi di arrivare alla ghigliottina”.

Un suo primo, e più piccolo, successo risale però all’inizio del millennio: “Si trattava del programma “Il gambero”, che evocava un format storico di Radio Rai, ripreso nel 2000. Dovevo rispondere a sette domande e ne solo sbagliai una, anche lì dimezzando il montepremi. Mi stavo per laureare, e così con la piccola somma vinta decisi di acquistare il mio primo pc: ne fui particolarmente contenta”.

Dal primo al secondo trionfo, a circa vent’anni di distanza: “Sono partita da Terni abbastanza carica e sicura del fatto mio, ma temevo che la mia forte emotività mi potesse bloccare. Per fortuna tutta la produzione lavora per mettere ogni concorrente a proprio agio,e con gli altri due concorrenti del “triello”, Riccardo e Joselito, si è creato davvero un bel rapporto, come se fossimo una squadra, nonostante si concorresse da avversari. Perciò, già nel corso della prima puntata mi sono sentita via via più tranquilla, anche nelle sfide per l’eliminazione, e ciò mi ha permesso di giocare bene, e divertendomi tanto, nonostante certi errori che ancora non mi perdono”.

La puntata decisiva andata in onda giovedì 19 gennaio: “Da casa immaginavo con preoccupazione il livello di tensione, l’idea di stare al centro della scena sotto le telecamere. Invece, ho visto e vissuto la ghigliottina, come un traguardo naturale del mio percorso di gioco e sono riuscita a mantenere la calma e la concentrazione necessarie, anche seduta su quello sgabello. Una volta arrivata alla parola da individuare, mi sono accorta che era piuttosto semplice. Certo, da casa è più facile poiché si vive il tutto con leggerezza. Ma, con il senno di poi, penso che sarebbe stato facile intuire la soluzione prima, già dalla seconda parola-indizio. Infatti – sostiene Eleonora – l’unico rammarico è quello di aver dimezzato un po' troppo”.

Il momento magico: “Inizialmente non ero del tutto convinta di averla azzeccata. Quando Flavio Insinna, persona tra l’altro di grande simpatia, ha iniziato a dare delle spiegazioni, mi sono via via rincuorata per poi sprigionare tutta la felicità. Gioia, sollievo, liberazione, soddisfazione di aver individuato la soluzione al primo tentativo: ho avuto il mio momento di gloria! Mi fa anche piacere aver vinto proprio con la parola  “coscienza”, con la quale mi rapporto in continuazione, soprattutto nel mio lavoro: una conferma che le “scelte di coscienza” ripagano sempre!”

Affetto e messaggi: “Ho ricevuto un bellissimo applauso dai bambini a scuola al mio rientro. Tengo a ringraziare l’istituto Mazzini – aggiunge Eleonora – che mi ha dato la possibilità di assentarmi per andare a Roma senza farmelo pesare, anzi sostenendomi sempre. Innumerevoli i  complimenti ricevuti da parte di amici, colleghi, genitori degli alunni; tantissimi i messaggi, anche provenienti da fuori Italia. Sono contenta di aver regalato qualche emozione a chi mi conosce e mi ha seguito in tv, anche perché la mia partecipazione è stata una sorpresa quasi per tutti. Infine, è stata una bella botta di vita – sorride – anche l’inedito soggiorno romano tra camerino, sala trucco, studio di registrazione e albergo: una divertentissima parentesi nella vita di tutti i giorni”.

Oltre al premio, cosa ti porti a casa da questa esperienza? “Una grande iniezione di autostima, perché mi sono messa in gioco senza troppa paura e mi sono piaciuta molto più di quanto credessi, e una bellissima amicizia”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il trionfo di Eleonora campionessa a L'Eredità: “Travolta dall’affetto. Unico rammarico aver dimezzato il montepremi”

TerniToday è in caricamento