Semafori spenti alla rotatoria: “Viabilità in modalità roulette russa”. Scontro totale, dibattito accesissimo e soluzioni

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti ha riacceso i fari sugli impianti semaforici del piazzale dell’Acciaio spenti da circa quattro mesi. In molti però dissentono e auspicano di proseguire con questa modalità

foto semafori

Ce ne  eravamo occupati pochi giorni dopo le prime segnalazioni arrivate alla nostra redazione di www.ternitoday.it. Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti, ha riacceso il dibattito, relativo agli impianti presenti al piazzale dell’Acciaio: “Semafori spenti alla rotonda di benvenuti in California, dove ci sono quattro immissioni di cui una a scorrimento veloce. Viabilità in modalità roulette russa. Il cambiamento, signori, il cambiamento”.

Pareri favorevoli e contrari

Il dibattito, ormai da diverso tempo, è piuttosto animato con pareri alquanto discordanti (il sale della democrazia fortunatamente). C’è chi ha sempre sostenuto il pensiero esposto dal consigliere Gentiletti. Nello specifico le tre immissioni da viale di Porta Sant’Angelo, viale Borsi e viale dello Stadio rappresentano un potenziale pericolo in ottica incidenti, se non si rispettano le regole basilari del codice della strada. Chi invece ha denotato alcuni aspetti positivi, post spegnimento.

In primo luogo la circolazione è più fluida per chi proviene soprattutto da viale dello Stadio. Inoltre, poiché la durata del verde in quello posizionato da viale di Porta Sant’Angelo era piuttosto ridotta, i fruitori di quella arteria ne possono trarre benefici. Infine la segnaletica apposta è necessaria, quanto chiara, per capire come muoversi all’interno.

Le problematiche sorgono in immissione, nelle ore di punta del traffico. Di solito la mattina per recarsi a lavoro o la sera nel tornare a casa. In quei frangenti invece aumentano i sostenitori del ripristino del funzionamento degli impianti, fondamentali per la regolarizzazione della circolazione. Sta di fatto che l’argomento è sempre molto attuale ed i pareri disparati e discordanti. Ai nostri lettori l’ardua sentenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento