rotate-mobile
Attualità

Terni, imprenditoria giovanile: “Forti emozioni e risultati inattesi. Non fermatevi davanti alle difficoltà”. La storia di Federica

La giovanissima imprenditrice: “Il mio primo Natale alla guida di un’attività. Tanti sacrifici ripagati dai molteplici feedback ricevuti”

Giovanissima, tenace, creativa. Iniziare un percorso imprenditoriale a soli ventitré anni non è da tutti. Lo scorso mese di maggio, nel pieno centro cittadino, ha debuttato Zucchero filato ovvero un’attività incentrata su abbigliamento, accessori e calzature dedicate ai bimbi da zero a 14 anni. Alla guida del locale commerciale c’è Federica che, nonostante la giovane età, ha già maturato esperienze significative nel settore. Una volta terminati gli studi superiori infatti ha iniziato a lavorare dapprima nel comparto dei pubblici esercizi per poi specializzarsi.

Alla nostra redazione di www.ternitoday.it Federica racconta come nasce l’idea di aprire una nuova attività commerciale: “La molla è scattata per due motivi. A Terni non è facile trovare negozi dedicati all’abbigliamento per bambini. Ho riscontrato delle difficoltà, in passato, nel momento in cui volevo acquistare dei regali ai miei cuginetti. Inoltre amo stare a contatto con i bimbi pertanto ho inseguito un sogno che sono riuscita a realizzare, dopo qualche mese necessario per ottemperare a tutte le procedure burocratiche”.

La vocazione scoperta nelle precedenti esperienze: “Ho lavorato nel commercio a dettaglio, a contatto con le persone, in particolare nel reparto dedicato ai più piccoli. Anni in cui ho avuto modo di imparare tanto, soprattutto nella gestione dell’attività. Una volta terminato il percorso di studi, al liceo Angeloni, l’idea era quella di proseguire. Tuttavia, una volta iscritta all’università, mi sono resa conto che era impossibile poter studiare e contemporaneamente lavorare”.

Il momento più atteso: “Quando ci si addentra nel mondo del commercio, inizialmente è difficile capire determinati meccanismi, soprattutto a livello logistico. Dopo alcuni mesi posso affermare di avercela fatta. Ci penso ogniqualvolta giro le chiavi ed entro al negozio. Sono tanti i dettagli da curare: la ricerca del singolo prodotto, gli abbinamenti, la selezione dei fornitori. I sacrifici da fare sono molteplici. Capita ad esempio di rinunciare a cene con gli amici, ai compleanni poiché si arriva a fine giornata con tanta stanchezza”. Sacrifici ripagati: “In questi mesi i risultati ottenuti sono stati piuttosto inattesi quanto graditi. Alla clientela fidelizzata sto abbinando anche nuovi clienti che stanno scoprendo il negozio. Il mio primo Natale in questa nuova veste, una grande emozione provata”.

Un messaggio chiaro: “Nei momenti di difficoltà occorre non abbattersi mai. Capita infatti di vivere alti e bassi. Pensi ai sacrifici fatti che appaiono vanificati. Non è così. A me è successo durante l’estate, un periodo transitorio, dato che molte persone vanno in vacanza e la città si svuota. Tuttavia c’è sempre un momento per rialzarsi. Soprattutto in quei frangenti occorre sempre dare il massimo. Di certo le spese vive sono notevoli, ogni singolo mese. Una sorta di salto nel vuoto, principalmente nei primi periodi. Occorre avere pazienza e costanza ed i risultati poi arriveranno”.

Gli aspetti positivi da rimarcare, oltre le difficoltà menzionate in precedenza: “Vedo tanti clienti stupiti dagli allestimenti, dai prodotti in vendita, dalle decorazioni. Inoltre adoro stare in mezzo ai bambini, un punto di forza che spinge la sottoscritta a curare ogni particolare”. Cosa pensi del centro cittadino: “Un poco l’ho sottovalutato, forse perché abituata a lavorare nei centri commerciali. Sto rivalutando il cuore pulsante della città, poiché molte persone sono tornate a frequentarlo”.

Una particolarità raccontata da Federica: “Nel corso della giornata dell’Immacolata ho organizzato una festa con trucca bimbi e giochi di magia. Capita di ricevere foto, di alcuni clienti, dove i protagonisti sono i bambini che indossano i capi acquistati. Insomma – conclude – non posso che essere felice di questa nuova avventura, consapevole che ad ogni momento di difficoltà occorre avere la forza per rialzarsi”. Se volete raccontare la vostra storia imprenditoriale inviate una mail a redazione@ternitoday.it. Lo spazio è riservato ai giovani dall’età compresa tra i 18 e 35 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, imprenditoria giovanile: “Forti emozioni e risultati inattesi. Non fermatevi davanti alle difficoltà”. La storia di Federica

TerniToday è in caricamento