Imprese artigiane umbre in calo, a Terni i dati in controtendenza

I dati aggiornati al 31 dicembre 2018: le imprese artigiane perdono rispetto allo scorso anno un -0,5% (contro un -2% del perugino) e nel complessivo Terni vede un aumento dello 0,6% mentre Perugia una perdita dello 0,4%

Terni

Una fotografia della situazione legata alle imprese artigiane, fornita da Unioncamere Umbria, relativa al 31 dicembre 2018. In un contesto di recessione, in termini prettamente numerici, è proprio nella provincia di Terni che si riscontrano i dati in controtendenza. Le imprese artigiane in Italia a fine 2018 sono 1.309.478, il 21,5% del totale registrate. L’Umbria con 20.659 artigiane ne rappresenta l’1,6% a livello globale e il 21,9% di quelle del settore, posizionandosi all’undicesimo posto e sopra la media nazionale con un più 0,4%. Ragguagliando i dati tra fine 2017 e 2018 si assiste ad una perdita di 358 imprese artigiane umbre (-1,7%). Un calo che accumuna tutte le regioni italiane ma che rappresenta uno dei più consistenti - insieme a Sicilia, Piemonte, Abruzzo e Basilicata, quest’ultima con la perdita più alta di -1,9% - considerando che la media nazionale è di -1,3% e quella dell’Italia centrale di -1,1%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati in controtendenza della provincia di Terni

A livello provinciale le imprese artigiane sono localizzate per il 77,9% a Perugia e per il restante 22,1% a Terni. Una leggera discrepanza di un punto di differenza, rispetto alla ripartizione territoriale del totale imprese (il 77% a Perugia e il 23% a Terni). Da evidenziare l’andamento di Terni migliore di quello del capoluogo di regione. Le imprese artigiane perdono rispetto allo scorso anno un -0,5% (contro un -2% del perugino) e nel totale imprese Terni vede un aumento dello 0,6% mentre Perugia una perdita dello 0,4%. Nella provincia ternana sono localizzate 4566 attività artigianali su un totale di 21699. Crescono le attività professionali (+7,6% rispetto al 2017); i servizi di informazione (+5,4%) e le attività artistiche (+5,3%). In netto calo istruzione (-28%), flessione anche per alloggio e ristorazione, agricoltura ed attività manifatturiere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento