menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Terni

Terni

Imprese artigiane umbre in calo, a Terni i dati in controtendenza

I dati aggiornati al 31 dicembre 2018: le imprese artigiane perdono rispetto allo scorso anno un -0,5% (contro un -2% del perugino) e nel complessivo Terni vede un aumento dello 0,6% mentre Perugia una perdita dello 0,4%

Una fotografia della situazione legata alle imprese artigiane, fornita da Unioncamere Umbria, relativa al 31 dicembre 2018. In un contesto di recessione, in termini prettamente numerici, è proprio nella provincia di Terni che si riscontrano i dati in controtendenza. Le imprese artigiane in Italia a fine 2018 sono 1.309.478, il 21,5% del totale registrate. L’Umbria con 20.659 artigiane ne rappresenta l’1,6% a livello globale e il 21,9% di quelle del settore, posizionandosi all’undicesimo posto e sopra la media nazionale con un più 0,4%. Ragguagliando i dati tra fine 2017 e 2018 si assiste ad una perdita di 358 imprese artigiane umbre (-1,7%). Un calo che accumuna tutte le regioni italiane ma che rappresenta uno dei più consistenti - insieme a Sicilia, Piemonte, Abruzzo e Basilicata, quest’ultima con la perdita più alta di -1,9% - considerando che la media nazionale è di -1,3% e quella dell’Italia centrale di -1,1%.

I dati in controtendenza della provincia di Terni

A livello provinciale le imprese artigiane sono localizzate per il 77,9% a Perugia e per il restante 22,1% a Terni. Una leggera discrepanza di un punto di differenza, rispetto alla ripartizione territoriale del totale imprese (il 77% a Perugia e il 23% a Terni). Da evidenziare l’andamento di Terni migliore di quello del capoluogo di regione. Le imprese artigiane perdono rispetto allo scorso anno un -0,5% (contro un -2% del perugino) e nel totale imprese Terni vede un aumento dello 0,6% mentre Perugia una perdita dello 0,4%. Nella provincia ternana sono localizzate 4566 attività artigianali su un totale di 21699. Crescono le attività professionali (+7,6% rispetto al 2017); i servizi di informazione (+5,4%) e le attività artistiche (+5,3%). In netto calo istruzione (-28%), flessione anche per alloggio e ristorazione, agricoltura ed attività manifatturiere

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento