rotate-mobile
Attualità

Terni, imprese che hanno compiuto cento anni: “Importante valorizzare la storia e la cultura”. Aperto il bando

Le domande possono essere presentate, entro il 30 settembre, per le imprese già centenarie al 31 dicembre 2023

Entro il 30 settembre le imprese che hanno già compiuto 100 anni, nel corso del 2023, potranno iscriversi al Registro delle imprese storiche, istituito da Unioncamere nel 2011 in collaborazione con le Camere di Commercio “per certificare la storicità di queste aziende e dare valore a una longevità che è testimonianza diretta della resilienza del fare impresa”.

Le domande possono essere presentate, entro il 30 settembre per le imprese già centenarie al 31 dicembre 2023, e a seguire dal 1° gennaio fino al 31 luglio 2025 per tutte le imprese che avranno maturato i 100 anni al 31 dicembre dell’anno corrente. Ad oggi è piuttosto nutrito il gruppo di aziende umbre iscritte al Registro.  Sono in totale 44, di cui 23 del ternano e 21 localizzate nel perugino. Il Registro coinvolge tutte le imprese, di qualsiasi forma giuridica, operanti in qualsiasi settore economico, che abbiano “una continuità di attività nello stesso settore merceologico da almeno 100 anni”.

Tra le centenarie iscritte che hanno attraversato generazioni, mutamenti storici, economici, sociali e rivoluzioni tecnologiche ci sono tutti i settori e i prodotti, e alcuni hanno portato il nome dell’Umbria in giro per il mondo: c’è l’acciaio prodotto a Terni dal 1884, ci sono le calzature di qualità realizzate ad Ellera dal 1907, il forno che non smette di produrre prelibatezze dal 1851 , ma anche la farmacia (l’unica attualmente iscritta al Registro) di Gualdo Tadino che ha superato la soglia dei cento anni. E poi c’è l’azienda che produce materassi e quella che produce cotto fatto a mano a Castel Viscardo dal lontano 1685. E poi c’è la più antica di tutte. Ne documentano la nascita al 1301, è l’Azienda Agricola Conti Possenti, che produce a Terni olio extra vergine di oliva ancora oggi.

Il presidente della Camera di Commercio dell’Umbria Giorgio Mencaroni ha dichiarato: “Dietro queste imprese c’è una lunga storia, spesso fatta di investimenti coraggiosi e forte flessibilità per adattarsi costantemente alle esigenze di un mercato in continua evoluzione. Le imprese storiche hanno saputo trasmettere alle generazioni successive il loro inestimabile patrimonio di competenze e conoscenze che oggi è più che mai importante far conoscere e valorizzare”. Le imprese iscritte nel Registro Nazionale delle Imprese Storiche ricevono dalle Camere di Commercio l’attestato di iscrizione e si possono insignire dello speciale marchio Impresa storica d’Italia. Ad oggi sono oltre 2.600 le imprese italiane che possono fregiarsi di un’attività secolare, documentate nel Registro.

Maggiori info al seguente link: https://www.umbria.camcom.it/promuovere-limpresa-e-il-territorio/bandi-e-contributi/registro-delle-imprese-storiche-italiane-riapertura-delle-imprese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, imprese che hanno compiuto cento anni: “Importante valorizzare la storia e la cultura”. Aperto il bando

TerniToday è in caricamento