rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità

Incendi in zona industriale, nuovo vertice: come cambiano le limitazioni

Arpa rende noti gli ultimi aggiornamenti sui campionamenti dell'aria e delle ricaduta a terra: indicazioni per i tre comuni interessati

Nuove analisi dopo gli incendi alla zona industriale di Terni: l'Arpa pubblica i risultati dei test con l'aggiornamento anche delle misure da intraprendere per i tre comuni interessati: Terni, Stroncone e Narni. Il tutto a seguito dell'incontro che si è tenuto nelle scorse ore tra Arpa Umbria, Usl Umbria 2 e Istituto Zooprofilattico Umbria-Marche.
"A seguito dell’incontro - scrive Arpa in una nota - si è concordato di proporre al Comune di Terni e per l’incendio Medei anche ai comuni di Stroncone e Narni, di modificare le ordinanze emesse a seguito dei due incendi. Nello specifico per quanto concerne l’incendio Ferrocart, si propone di mantenere il solo divieto, per un raggio di km 3 dal sito dell’incendio, per il pascolo e il razzolamento degli animali da cortile e per l’utilizzo di foraggi e cereali destinati agli animali. Per l’incendio presso l’azienda Medei si propone ai sindaci il divieto di raccolta e consumo di prodotti alimentari coltivati e la raccolta e consumo di funghi epigei spontanei,
mentre resta il divieto per un raggio di 5 Km anche per il pascolo e razzolamento degli animali da cortile e di utilizzo di foraggi e cereali destinati agli animali".
 
Rispetto ai dati analitici sulle matrici alimentari vegetali effettuati a seguito dei campionamenti fatti da Usl Umbria 2, le "concentrazioni trovate di Diossine e Pcb risultano largamente al di sotto del livello di azione previsto dalle raccomandazioni Ue del settore".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi in zona industriale, nuovo vertice: come cambiano le limitazioni

TerniToday è in caricamento