Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Incidenti stradali in aumento: oltre cinquecento nel 2022. Le cause principali e misure di contrasto in arrivo a Terni e provincia

Gli incidenti rilevati nel 2022 da parte della polizia stradale e dell’arma dei carabinieri su tutto il territorio provinciale sono stati complessivamente 514, di cui 132 con lesioni e tre mortali

Il palazzo del Governo ha ospitato, nel corso del pomeriggio di oggi – giovedì 12 gennaio – una riunione dell’Osservatorio provinciale sull’incidentalità stradale. All’incontro hanno preso parte i rappresentanti delle forze dell’ordine, la polizia provinciale, i comandanti delle polizie locali dei comuni più popolosi della provincia, rappresentanti di Anas, Società Autostrade e un rappresentante del Dipartimento dei trasporti terrestri.

Nel corso della riunione sono stati esaminati i dati relativi agli incidenti registrati dalle forze dell’ordine, nel corso dell’anno appena concluso, in raffronto con i precedenti periodi ancora connotati dagli effetti dell’emergenza pandemica. Successivamente i presenti hanno affrontato il tema relativo alle azioni di contrasto al fenomeno, dell’incidentalità stradale e le possibili ricadute sulla sicurezza pubblica.

Gli incidenti rilevati nel 2022 da parte della polizia stradale e dell’arma dei carabinieri - su tutto il territorio provinciale - sono stati complessivamente 514, di cui 132 con lesioni e tre mortali, a fronte dei 423 registrati nel corso del 2021, di cui 103 con lesioni e tre mortali. Pertanto l’aumento netto è pari a novantuno, confrontando i numeri tra i due anni. In ambito comunale il raffronto dei dati forniti dai comandi di polizia locale ha mostrato come la cessazione dell’emergenza pandemica non abbia inciso in termini significativi, sull’aumento del tasso di incidentalità.

Tutto ciò anche in considerazione del fatto che la mobilità, all’interno dei confini cittadini, non ha particolarmente risentito delle restrizioni normative imposte dalla disciplina anticontagio. Le violazioni maggiormente ricorrenti sono risultate la velocità non commisurata, l’omessa precedenza e soprattutto in ambito urbano, l’investimento pedonale. Considerata, inoltre, l’accertata recrudescenza del fenomeno della guida in stato di ebbrezza, è stata valutata la necessità di intensificare l’attività di controllo mirato in prossimità dei locali della movida e in taluni punti nevralgici delle singole realtà locali, in aggiunta a quanto già disposto nei servizi programmati dalle forze dell’ordine, durante il fine settimana.

Al termine dell’incontro è stato sottolineato l’importanza della condivisione di strategie di prevenzione, da attuare in stretta sinergia con tutte le istituzioni presenti sul territorio provinciale, nell’ottica di assicurare una risposta di sistema alle situazioni di maggiore allarme sociale recentemente occorse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti stradali in aumento: oltre cinquecento nel 2022. Le cause principali e misure di contrasto in arrivo a Terni e provincia
TerniToday è in caricamento