Incidenti stradali, Terni centra l’obiettivo Europa 2020: -50% in 10 anni

I dati diffusi da Aci e Istat individuano tra le cinque province più virtuose Agrigento, Barletta, L’Aquila e Taranto. Male Genova

Stavolta Terni si trova tra le migliori province d’Italia. A stabilirlo, i dati riguardanti gli incidenti stradali diffusi da Aci e Istat e riferiti al 2018. Tra il 2010 e il 2020, ormai alle porte, solo 5 province hanno centrato l’obiettivo europeo di ridurre di almeno il 50% il numero di persone decedute a seguito di un incidente stradale. 

La classifica

Sul podio troviamo Agrigento dove è stato registrato un calo di ben il del 78%, a seguire troviamoBarletta-Andria-Trani (-66%), L’AquilaCampobasso (-52%), Taranto (-51%) e Terni, con il bel risultato di una diminuzione del 50%. Un dato ottimo, se si considera che l’andamento nazionale evidenzia una diminuzione solo del 19% rispetto al 2010. 
Il fanalino di coda di questa classifica è la provincia di Genova dove, soprattutto a causa del terribile crollo del ponte Morandi, è stato registrato un incremento del numero di morti su strada di 37 vittime.
Male anche Bari (+24), Brescia (+22), Messina (+19), Chieti (+15) e Vercelli (+13).
Bene, invece, Modena e Foggia, dove si sono registrati 18 morti in meno, seguite da Cuneo e Trapani (-16), AstiCaserta e Taranto (-15).

L'indice di mortalità

Altro dato da considerare è l’indice di mortalità (morti ogni 100 incidenti). L’indice più elevato è stato registrato nel sud della Sardegna (6,5). A seguire Vibo Valentia (6,2), Vercelli (6), Benevento (5,3) e Catanzaro (5,1). In altre 12 province (Aosta, Sondrio, Rieti, Frosinone, Chieti, Caserta, Foggia, Potenza, Matera, Cosenza, Crotone, Enna) il valore supera i 4 morti ogni 100 incidenti, risultando (oltre Oristano), più che doppio rispetto alla media nazionale che è di 1,9%. MilanoMonzaRimini e Ascoli-Piceno, invece, risultano le province nelle quali i sinistri sono meno gravi, con un indice di mortalità all'1%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati nazionali

Complessivamente nel 2018, sulle strade italiane, si sono registrati 172.553 incidenti con lesioni a persone, che hanno causato 3.334 decessi e 242.919 feriti. Rispettivamente 472 incidenti, 9 morti e 665 feriti, in media, al giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento