Incidenti stradali, Terni centra l’obiettivo Europa 2020: -50% in 10 anni

I dati diffusi da Aci e Istat individuano tra le cinque province più virtuose Agrigento, Barletta, L’Aquila e Taranto. Male Genova

Stavolta Terni si trova tra le migliori province d’Italia. A stabilirlo, i dati riguardanti gli incidenti stradali diffusi da Aci e Istat e riferiti al 2018. Tra il 2010 e il 2020, ormai alle porte, solo 5 province hanno centrato l’obiettivo europeo di ridurre di almeno il 50% il numero di persone decedute a seguito di un incidente stradale. 

La classifica

Sul podio troviamo Agrigento dove è stato registrato un calo di ben il del 78%, a seguire troviamoBarletta-Andria-Trani (-66%), L’AquilaCampobasso (-52%), Taranto (-51%) e Terni, con il bel risultato di una diminuzione del 50%. Un dato ottimo, se si considera che l’andamento nazionale evidenzia una diminuzione solo del 19% rispetto al 2010. 
Il fanalino di coda di questa classifica è la provincia di Genova dove, soprattutto a causa del terribile crollo del ponte Morandi, è stato registrato un incremento del numero di morti su strada di 37 vittime.
Male anche Bari (+24), Brescia (+22), Messina (+19), Chieti (+15) e Vercelli (+13).
Bene, invece, Modena e Foggia, dove si sono registrati 18 morti in meno, seguite da Cuneo e Trapani (-16), AstiCaserta e Taranto (-15).

L'indice di mortalità

Altro dato da considerare è l’indice di mortalità (morti ogni 100 incidenti). L’indice più elevato è stato registrato nel sud della Sardegna (6,5). A seguire Vibo Valentia (6,2), Vercelli (6), Benevento (5,3) e Catanzaro (5,1). In altre 12 province (Aosta, Sondrio, Rieti, Frosinone, Chieti, Caserta, Foggia, Potenza, Matera, Cosenza, Crotone, Enna) il valore supera i 4 morti ogni 100 incidenti, risultando (oltre Oristano), più che doppio rispetto alla media nazionale che è di 1,9%. MilanoMonzaRimini e Ascoli-Piceno, invece, risultano le province nelle quali i sinistri sono meno gravi, con un indice di mortalità all'1%.

I dati nazionali

Complessivamente nel 2018, sulle strade italiane, si sono registrati 172.553 incidenti con lesioni a persone, che hanno causato 3.334 decessi e 242.919 feriti. Rispettivamente 472 incidenti, 9 morti e 665 feriti, in media, al giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento