rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

La città di Terni scende in campo per sostenere la popolazione dell’Ucraina: “Un conto corrente aperto e raccolta materiale”

Nel corso del consiglio comunale sono state approvate le mozioni per sostenere gli ucraini attraverso accoglienza e raccolta fondi

Una serie di iniziative a supporto della popolazione dell’Ucraina, colpita profondamente dal conflitto bellico di questi giorni. Nel corso della serata di ieri – lunedì 28 febbraio – si è svolta una fiaccolata alla presenza di una rappresentanza di cittadini ucraini che hanno intonato dei canti, in supporto dei loro fratelli. Tale manifestazione ha coinvolto centinaia di persone, ed è confluita davanti la sede di Palazzo Spada.

In precedenza, nel corso della seduta da remoto del Consiglio comunale, sono state approvate due mozioni enunciate dai consiglieri Rita Pepegna di Fratelli d’Italia e Federico Pasculli (Movimento cinque stelle) a nome di tutta l’opposizione. “Sottoponiamo la proposta di aprire un conto corrente aperto, sul quale il Comune si faccia garante, per far convogliare dei soldi e decidere a quali associazione devolverli” ha dichiarato Rita Pepegna. Il focus del documento si è poi incentrato anche sull’accoglienza e sulle conseguenze che potrebbero porsi in essere, in termini di approvvigionamento energetico.

Il capogruppo pentastellato Federico Pasculli ha sottolineato come sia necessario: “Sollecitare il Governo e tutte le istituzioni richiedendo garanzie di protezione internazionale, ai cittadini e alle cittadine ucraine. Stimolare lo stesso esecutivo ad impegnarsi – fin da subito - per una politica che preveda corridoi umanitaria, nei confronti dei profughi provenienti dall’Ucraina. A livello territoriale è altresì fondamentale promuovere nelle istituzioni e gli organismi predisposti, a cominciare dal Comune di Terni, l’immediato coinvolgimento anche delle associazioni accreditate del Terzo Settore che si occupano di accoglienza e integrazione, per predisporre un piano di accoglienza, materiale e psicologica, di tutti quei cittadini ucraini in fuga dai loro territori”.

Una ulteriore iniziativa è stata annunciata nel primo pomeriggio di oggi, martedì 1 marzo. I volontari della Protezione civile saranno presenti con un mezzo presso il parcheggio dello Staino per raccogliere garze, cerotti, antidolorifici, disinfettante cutaneo ed assorbenti. A partire dalle 15 fino alle 18 sarà dunque possibile contribuire alla raccolta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città di Terni scende in campo per sostenere la popolazione dell’Ucraina: “Un conto corrente aperto e raccolta materiale”

TerniToday è in caricamento