Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità Centro

Parco Cardeto, il programma degli interventi di riqualificazione: “Spogliatoi ed edificio dedicato al tennis”. La possibile data di consegna

Il capogruppo Michele Rossi di Terni Civica: “Il nuovo Cardeto una volta riqualificato non potrà che aprirsi alla città soltanto con una gestione in grado di garantirne la quotidiana manutenzione”

foto tratta da facebook

22 marzo 2013. Una ricorrenza che, soprattutto i residenti dello storico quartiere di Cardeto, ricordano con un pizzico di comprensibile amarezza. Tale data evoca infatti la chiusura del Parco ‘Bruno Galigani’ in virtù del restyling, il quale lo doveva restituire alla cittadinanza. Sono trascorsi più di sette anni da quel dì. Lo scoramento e la rassegnazione hanno sopravanzato la speranza e l’attesa, prima delle novità emerse negli ultimi mesi. A seguito della conclusione della procedura d’appalto, l’intera struttura potrà tornare ad accogliere i suoi visitatori, naturalmente auspicando delle novità sul fronte emergenza sanitaria. Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi, accogliendo le richieste di alcuni cittadini, ha aggiornato la situazione e gli scenari di breve-medio termine.

“Gli uffici mi informano che, lo scorso novembre, la società vincitrice della gara ha consegnato al comune un dettagliato cronoprogramma dei lavori. Si stabiliscono quanti e quali giorni da dedicare ad ogni singolo intervento, all'interno del parco, a partire dall'allestimento del cantiere”. Il capogruppo aggiunte: “I primi interventi riguarderanno l'edificio dedicato al tennis e la copertura degli spogliatoi. Mentre a febbraio ci si dedicherà alla struttura legata al calcio a 5. A seguire si aggiungeranno i lavori alle opere diffuse. E poi ci sarà la fase due con le opere murarie diffuse, gli impianti tecnologici, percorsi ed opere generali sul verde, alle piantumazioni e le semine fino agli arredi. Sulla carta poco più di 250 giorni (quasi nove mesi) che, Covid permettendo, ridaranno finalmente alla città il suo parco”.

Infine l’ultimo step: “Mentre si svolgeranno e concluderanno i lavori, contemporaneamente occorrerà incominciare ad individuare chi gestirà questo spazio. Il nuovo Cardeto una volta riqualificato non potrà che aprirsi alla città soltanto con una gestione in grado di garantirne la quotidiana manutenzione e la gestione dei nuovi servizi legati alla pratica sportiva e il tempo libero. L'amministrazione comunale - conclude il consigliere che annuncia un'interrogazione - potrebbe valutare la possibilità di affidare la gestione del parco a TerniReti, ovvero la società in house che già si occupa di spazi e servizi pubblici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Cardeto, il programma degli interventi di riqualificazione: “Spogliatoi ed edificio dedicato al tennis”. La possibile data di consegna

TerniToday è in caricamento