Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

Piediluco, stop ai fuochi artificiali alla Festa delle Acque: “Fiduciosi che si possano superare le ragioni del diniego”

Il capogruppo del Pd Francesco Filipponi annuncia la presentazione di un atto di indirizzo che verrà enunciato nel corso del Consiglio comunale

Un annuncio a sorpresa, pubblicato sulla pagina social della Pro Loco di Piediluco. I tradizionali fuochi artificiali che caratterizzano la ‘Festa delle Acque’ non potranno essere ammirati dai tanti visitatori. Lo stop è avvenuto a seguito di una determinazione dirigenziale n. 7210 del 03-07-2024 dell'Ente che ha autorizzato ad utilizzare solo i fuochi d'artificio classificati F2.

Come viene specificato: “La ditta pirotecnica ingaggiata ci ha comunicato, tuttavia, che con questo tipo di fuochi non può realizzarsi lo spettacolo pirotecnico come da tradizione, perché sono equiparabili a quelli venduti e utilizzati per il capodanno”. A margine di quanto accaduto il capogruppo del Pd Francesco Filipponi ha preannunciato la presentazione di un documento: “Domani mattina depositeremo un atto urgente in Consiglio comunale per chiedere, all'amministrazione comunale di avere notizie circa il diniego espresso dalla Regione Umbria, allo svolgimento dello spettacolo pirotecnico durante la festa delle acque nella serata del 6 luglio”.

Ed ancora: “Chiederemo copia delle determine attraverso le quali si è espressa la Regione, considerando che lo stesso evento si è sempre svolto negli scorsi anni. Ringraziamo la pro loco di Piediluco, il Presidente ed il direttivo per il grande impegno profuso. Siamo fiduciosi che il comune di Terni possa aprire una positiva interlocuzione con la Regione al fine di comprendere le ragioni del diniego e per eventualmente superarle”.

Intervento Piccinini

Il segretario reggente del Circolo Pd Sandro Piccinini ha affermato: “Vale anche per lo spostamento del pontile dello starter per le gare di canottaggio? Stamattina guardando il lago, abbiamo notato questo particolare che lascia alquanto perplessi. Dovrà essere spostato tutto il pontile del blocco di partenza? Chiediamo a chi ha le competenze di essere informati prima di tutto come cittadini.

La vicenda del no ai fuochi per l’anno 2024 non ci convince. Il circolo del PD di Piediluco ribadisce la necessità urgente di riaprire, come più volte sollecitato nel corso degli anni, una discussione molto profonda sulla presenza di questi vincoli. Dopo più di vent’anni dalla loro istituzione, il territorio non ha avuto benefici e occasioni positive. Anzi è stato a nostro avviso penalizzato più del dovuto sotto l'aspetto della riqualificazione ambientale a 360 gradi”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piediluco, stop ai fuochi artificiali alla Festa delle Acque: “Fiduciosi che si possano superare le ragioni del diniego”
TerniToday è in caricamento